Notte bianca, street food, skate contest: un weekend pieno di energia!

Un weekend pieno di energia!

Ci eravamo posti questo obiettivo nel progettare il secondo evento di Vercelli >< Expo Andata e Ritorno, quello dedicato ai giovani, il soggetto su cui puntare e scommettere per far crescere Vercelli, a partire dalla forza delle sue tradizioni (argomento del primo evento, in parallelo alla Fattoria in Città; evento che aveva proposto, tra le altre cose, anche l’apprezzatissimo “Mandala di Riso” da guinness dei primati).

Skate contest, quindi, per scoprire e valorizzare l’anima più spontanea e “di strada” dello sport giovanile. Street food e musica per esaltarne la novità e la capacità creativa.

Si sono dimostrate intuizioni azzeccate e il successo del weekend appena trascorso è lì a dimostrarlo: era da tempo che non c’era tanta gente in città!

Qualche merito ce l’ha senza dubbio SiAmo Vercelli e il team di volontari che, guidati da Alberto Perfumo, ha lavorato sodo sul progetto Vercelli >< Expo.

Abbiamo creduto nel coinvolgimento dei giovani skater e abbiamo ottenuto una risposta super: in tanti hanno dato una mano, ci hanno messo tempo e risorse, anche economiche, perché la manifestazione allo skate-park richiamasse frotte di sportivi da varie parti d’Italia. Grazie Skater!

Ora, ci auguriamo che l’evento non resti un’occasione isolata ma che, partendo da qui, l’amministrazione comunale riesca a mettere in ordine e valorizzare una struttura tecnicamente ottima: serve l’energia elettrica, l’acqua, i bagni, una manutenzione minima costante, il taglio dell’erba … non molte cose, basta applicarsi.

Abbiamo creduto nello street food, andando ad Arezzo a incontrare chi lo fa al meglio per qualità del cibo e organizzazione. Massimiliano Ricciarini e la sua associazione ci hanno creduto e hanno portato a Vercelli un prodotto di qualità, attraendo una folla di buongustai. Ben fatto!

Avevamo programmato un evento musicale di richiamo nazionale, che non si è potuto fare. Ma l’idea di Ascom di sostituirlo con eventi diffusi nei vari locali, con musicisti di tutte le età, è stata vincente: animazione, coinvolgimento, passione. E tanta musica in ogni via, ad ogni angolo. Tanto spettacolo.

“Per due giorni, ci è sembrato di essere in una città effervescente, piena di energia!” – ci ha detto ieri un commerciante del centro.

Ora in tanti correranno – sono già partiti sabato e domenica – a mettere il cappello sulla manifestazione.

Molti di loro, in verità, hanno avuto un sacco di dubbi fino a qualche giorno prima: si temeva il flop e la polemica da parte di qualche attore cittadino poco lungimirante, al solito preoccupato dalla concorrenza, chiuso nel suo orticello.

Né il Sindaco né gli assessori si sono ricordati di dire che questo weekend era parte del progetto originario Vercelli >< Expo (per non parlare – con l’unica, apprezzabile eccezione di Andrea Raineri su un social network – di un ringraziamento a coloro che, da volontari, avevano progettato tutto questo).

Un progetto di cui rivendichiamo la paternità: rimettere in moto così la città è la strada giusta.

Lo sosteniamo (e pratichiamo) da quando siamo nati, e i fatti sembrano confermarlo.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Alberto Perfumo: “Garantire lo sviluppo di Atena insieme all’interesse pubblico”

Atena

Vercelli, 24 giugno 2015

Su Atena si sta giocando una partita complessa: dopo anni di paralisi, il nuovo Consiglio di Amministrazione ha lavorato bene per definire nuove ipotesi di rilancio dell’azienda, che è un potenziale volano dell’economia della città.

Se questa è un’ottima notizia, non si può pensare di avere già in tasca il risultato: perché è vero che il socio industriale IREN sta ritrovando un approccio collaborativo e sta dimostrando di voler investire in Atena ma è altrettanto vero che le condizioni sono ancora tutte da definire. Le linee di sviluppo che il Consiglio di Amministrazione di Atena ha proposto al Consiglio Comunale si devono trasformare in un piano industriale di dettaglio e le modalità di finanziamento degli investimenti richiesti dal piano incideranno non poco sul futuro assetto della società. Sarà ancora il Comune ad avere la maggioranza? E, se la perdesse, come sarà garantito il ruolo di socio del Comune e, soprattutto, come saranno tutelati i servizi ai cittadini, tenuto conto che si tratta di servizi di interesse pubblico?

“Queste preoccupazioni, condivise da SiAmo Vercelli insieme alle altre forze politiche – dice Alberto Perfumo – ci hanno spinto a mettere qualche paletto in modo che la città, tramite il Consiglio Comunale, partecipi da vicino a tutte le prossime fasi che riguardano Atena. Non possiamo lasciare che il Sindaco da sola entri nel merito delle prossime decisioni: sono troppo importanti per dare una delega in bianco”.

Per questo, SiAmo Vercelli è intervenuta con decisione in Consiglio Comunale e, con la collaborazione di tutte le forze politiche, compreso il PD, ha ottenuto di poter esercitare un controllo puntuale e costante sugli sviluppi che riguardano Atena.

“Ora, sia con la partecipazione diretta del Consiglio Comunale che con un Consiglio di Amministrazione di Atena finalmente all’altezza della situazione, si può affrontare in modo più sereno la prossima partita – conclude Perfumo – e garantire che Vercelli sfrutti al meglio le grandi opportunità che abbiamo davanti. Atena è un bene importante della città e il suo sviluppo avrà una ricaduta positiva sul futuro dell’occupazione dei vercellesi e sulle risorse a disposizione”.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Degrado di Volto dei Centori e del Centro Storico: SiAmo Vercelli presenta un’interrogazione

Vercelli, 16 giugno 2015

Nel Consiglio Comunale del 30 ottobre 2014 è stata approvata, all’unanimità, una mozione proposta da SiAmo Vercelli in cui si chiedeva di intervenire in Volto dei Centori per contrastare l’assoluto stato di degrado, dovuto ad atti di vandalismo notturni, e alla totale carenza di manutenzione e valorizzazione di un’area di grande valore storico e urbanistico della nostra città.

La mozione impegnava l’Amministrazione ad atti fattivi e concreti, nella fattispecie di:

  • intensificare la sorveglianza delle forze dell’ordine nell’area e nelle altre zone del Centro Storico;
  • procedere con urgenza alla installazione di una telecamera di sorveglianza dal lato del Volto che dà su Corso Libertà;
  • pianificare il ripristino del decoro dell’area con interventi sul manto stradale, completando la posa dei cubetti di porfido, intervenire sull’illuminazione in coerenza con il contesto e incentivare la pulizia delle volte e la riverniciatura degli intonaci quasi completamente ricoperti di vernice spray;
  • promuovere iniziative volte alla valorizzazione di un’area unica per la nostra città, con la sua configurazione medioevale e le sue volte a botte, valutando la possibilità di aprire al pubblico le pertinenze comunali rimaste, e verificando la disponibilità dei privati;

A più di 7 mesi dall’approvazione, abbiamo verificato – sia consultando i residenti della zona che di persona – che nulla è cambiato:  i cittadini che abitano in quest’area, nonostante le molteplici segnalazioni, inoltrate ai vari organi competenti a partire dal 1998, ben 10, continuano  a essere prigionieri in casa propria, soprattutto durante i fine settimana.

I Consiglieri Comunali di SiAmo Vercelli hanno, quindi, presentato, in questi giorni, un’interrogazione al Sindaco per sapere quando si intenda dare seguito alla mozione e, in particolare, procedere alla installazione della telecamera di sorveglianza e alla intensificazione dei controlli.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa lega Vercelli alla celeberrima Magna Carta? Scopriamolo il 14 giugno in ARCA San Marco

MagnaCarta

Perché è ancora oggi importante parlare di Magna Carta, un documento vecchio di otto secoli?
Perché farlo domenica 14 giugno alle 21 ?
Perché, infine, la nostra città ha interesse a ricordarla ?

L’associazione SiAmo Vercelli ha organizzato per domenica 14 giugno alle ore 21, in occasione di Vercelli >< EXPO A/R, una conferenza in ARCA San Marco per celebrare l’ottavo centenario della firma dello storico documento, al quale un vercellese, il Cardinale Guala Bicchieri, ha dato un contributo importante per assicurarne il successo nei secoli.

Interverrà il Prof. Massimo Cavino, titolare della cattedra di Diritto Costituzionale presso l’Università del Piemonte Orientale e introdurranno la serata Paolo Dallera e Paola Lamberti, con proiezioni di presentazioni e filmati inediti dalla Gran Bretagna.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

SiAmo Vercelli: il 13 giugno in ARCA idee innovative per attrarre in città capitali per l’immobiliare

Save the Date Evento 13G A4 + contatti

SiAmo Vercelli presenta, in occasione di Vercelli >< EXPO A/R, alcune idee innovative per attrarre in città capitali per l’immobiliare.

Tra queste i cosiddetti processi di finanziamento collettivo (“crowdfunding” in inglese): un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza collettivamente il proprio denaro tramite microfinanziamenti per sostenere gli sforzi di aziende o, come in questo caso, pubbliche amministrazioni per lo sviluppo di iniziative sociali, quali centri sportivi, centri polifunzionali o sedi di co-working (sedi di lavoro condivise da più persone o aziende) .

Il 13 giugno presso ARCA San Marco dalle ore 16 alle 18:15 si terrà un incontro organizzato da SiAmo Vercelli dal titolo “Vercelli guarda all’immobiliare internazionale”  con la partecipazione, fra l’altro, del presidente mondiale dell’International Real Estate Federation – FIABCI,  Danielle Grossenbacher su invito del Capitolo Italiano della federazione.

Il mercato immobiliare è sempre più globale. Internet lo sta rivoluzionando. Lo stesso diritto di proprietà condizionato dal nuovo concetto di “sharing” (condivisione). Negli Stati Uniti il “pubblico”, la “folla” (“crowd” in inglese) ha investito oltre 2 miliardi di euro nel 2014 in iniziative immobiliari tramite piattaforme on line.

Tra gli oratori vi sarà anche uno dei fondatori di Crowdre, Giuseppe Allevi, che tramite WeAreStarting (piattaforma autorizzata da CONSOB nel dicembre dell’anno scorso), ha introdotto in Italia il “real estate crowdfunding”.

L’avv. Francesco Dialti, partner di Watson Farley & Williams, prendendo spunto da una recente sentenza, tratterà della capacità giuridica di soggetti esteri. Un suo articolo è stato recentemente pubblicato su Financier World Wide dal titolo “Investments in Italy: limits for non-EU companies and persons”.

Si cambia prospettiva e approccio. L’immobiliare come strumento pulsante di iniziative imprenditoriali, dello sviluppo del territorio con capitale non solo bancario e non solo locale. Il mercato internazionale come riferimento propulsivo per sviluppi locali.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •