ALTRI 160 MILA EURO BUTTATI NEL MUSEO DELLO SPORT

Vercelli 26 giugno 2017

Oggi in Consiglio Comunale è stata approvata l’estinzione anticipata del mutuo destinato alla realizzazione del fantomatico museo dello sport, abortito nei fatti già da molti anni e la cui unica memoria per la città rimane il cantiere chiuso di Via Derna.

Già a marzo 2015, tramite Alberto Perfumo, SiAmo Vercelli aveva proposto di dirottare i fondi bloccati su questo inutile progetto sulla costruzione di una nuova piscina. Era stata poi presentata una mozione a questi fini, nel marzo 2016, corredata di circa mille firme raccolte tra i cittadini.

La mozione era stata bocciata da Maura Forte e dalla sua giunta, non certo per motivi di contenuto, ma solo per attriti personali. Prova ne è che nel consiglio comunale del 26 giugno scorso, la Giunta fa retromarcia, annunciata qualche settimana prima, e conferma (finalmente) l’inutilità del progetto. SiAmo Vercelli, e con lei mille cittadini che avevano firmato la petizione, lo avevano già capito due anni fa.

Perché insistiamo su questo punto? Perché la tardiva decisione del Sindaco Maura Forte è costata alla città altri 160 mila euro. A tanto infatti ammontano gli interessi passivi che la città avrebbe risparmiato se fosse stata accolta da subito, nel 2015, la proposta di SiAmo Vercelli. 160 mila euro che avrebbero potuto essere destinati al sociale o alla pulizia della città, vergognosamente lasciata andare, e che invece, grazie ad una inutile ostinazione della giunta e del Sindaco, sono stati sprecati.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Mobilità elettrica e qualità della vita

Vercelli, 26 giugno 2017

SiAmo Vercelli ha protocollato una mozione  per il posizionamento dei punti di ricarica delle auto elettriche.

Non si può ignorare che la mobilità urbana è  tema di grande attenzione  legato all’ambiente e all’ecologia. L ‘UE insiste sul ruolo strategico della mobilità urbana come strumento per il risanamento e la tutela della qualità dell’aria, tenuto conto delle importanti implicazioni che essa ha sulla salute dei cittadini, e ha fissato l’obiettivo della riduzione del 60% delle emissioni di CO2 generate dai veicoli, incentivando  un forte impegno in tutte le città europee per  un sempre crescente utilizzo di veicoli elettrici o ibridi a basse emissioni.

L’Italia rivela i numeri del suo impegno a favore della mobilità sostenibile. Secondo alcuni dati forniti dal ministero delle Infrastrutture, nel nostro paese nel 2016 erano  installate 1700 colonnine per la ricarica elettrica delle autovetture “green” e altre 700 saranno aggiunte nel corso del 2017.

Nella nostra città non sono presenti colonnine  per la ricarica delle auto elettriche, la più vicina si trova a Santhià e questo non incentiva certo  la mobilità sostenibile.

Siamo Vercelli impegna dunque il sindaco e la giunta  a predisporre il piano comunale per il posizionamento dei punti di ricarica delle auto elettriche  intensificando, inoltre,  le attività progettuali per l’ottenimento di finanziamenti comunitari, nazionali e regionali per promuovere attività in favore della mobilità elettrica.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Assemblea SiAmo Vercelli 7/6/17

Vercelli, 3 giugno 2017

Mercoledì 7 giugno si riunisce l’Assemblea di SiAmo Vercelli per discutere e approvare la politica generale del movimento e le scelte sul prossimo futuro.
Al centro del dibattito, che si svolgerà tra le 18 e le 23 in corso Garibaldi 15, nei locali del coworking Weco, ci sarà l’analisi della situazione politica e amministrativa in città e in Consiglio comunale, dove, in sintonia con ciò che avviene a livello nazionale, si stanno consolidando due visioni: quella favorevole alla continuità, a cui guardano PD e FI, e quella d’opposizione, a cui sono iscritti, nel rispetto delle loro differenze, SiAmo Vercelli, M5S e Lega.
Soprattutto, però, si discuterà di come organizzare le attività nei due anni che restano prima delle prossime elezioni, ribadendo le motivazioni di cambiamento da cui siamo partiti tre anni fa.
Tutti i membri dell’Assemblea possono portare le loro idee e proposte.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •