Class Action per la pulizia della città

Vercelli, 30 luglio 2017

Il degrado della città è diventato il marchio di fabbrica dell’amministrazione di Maura Forte.

Nonostante le denunce e i ripetuti inviti a fare qualcosa per ripristinare il corretto servizio di pulizia della città, non sta succedendo nulla, il Sindaco e il Comune sono muti e immobili. Né hanno sollecitato la loro reazione la campagna condotta nelle ultime settimane da Siamo Vercelli, per la pulizia di strade e marciapiedi, e le iniziative di alcuni giornali locali.

Così, Siamo Vercelli ha deciso di lanciare una Class Action nei confronti del Comune e di Atena, che – lo ricordiamo – è la società concessionaria dei servizi di igiene ambientale. Con riferimento al decreto legislativo 20/12/2009 n. 198, procederemo in giudizio per ripristinare il corretto svolgimento del servizio di pulizia.

Come primo passo, nei prossimi giorni consegneremo una diffida all’Amministrazione e al concessionario perché effettuino gli interventi necessari. La legge impone che questi interventi abbiano luogo entro 90 giorni dalla diffida stessa. Dopodiché si procederà col ricorso amministrativo al TAR. Sono i passi previsti dal decreto legislativo citato, che tratta proprio il ricorso per l’efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici e prevede che i cittadini possano costituirsi in giudizio.

Invitiamo, quindi, tutti i vercellesi a partecipare a questa iniziativa di salvaguardia della città e contro il degrado.

A partire dall’inizio di settembre, raccoglieremo le adesioni nella sede di Siamo Vercelli e nei gazebo che organizzeremo nei quartieri della città.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Un commento su “Class Action per la pulizia della città”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *