Costruttivi

Vercelli, 30 ottobre 2015

Nella seduta odierna del Consiglio comunale SiAmo Vercelli ha proposto due emendamenti alla interessante delibera di giunta del Baratto Amministrativo.

Il Baratto Amministrativo si configura come una forma di collaborazione tra cittadino e amministrazione locale.
Assillato dalle difficoltà di “far quadrare i conti” non ho potuto pagare i tributi comunali? Offro il mio tempo e il mio lavoro alla comunità, per una prestazione di pubblica utilità (pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, piazze, strade…).
Il Baratto Amministrativo è considerato la prima forma di intervento di politica sociale in luogo di beneficenza pubblica.

Oggi, entrambi gli emendamenti proposti da SiAmo Vercelli sono stati approvati all’unanimità dal Consiglio.

La materia, che ci ha trovato subito concordi nel riconoscerne l’importanza e il sostanziale valore civico, è stata affrontata con impegno costruttivo dal Consiglio, che ha accolto gli emendamenti migliorativi proposti dal gruppo consigliare di SiAmo Vercelli.

Attraverso questi emendamenti verranno agevolati i fruitori: sarà rispettato un principio di totale equità e oggettività per la partecipazione, attraverso la compilazione di  una domanda semplice e agile.

Anche gli uffici amministrativi saranno facilitati nella analisi e spoglio delle domande, potendo fruire di dati facilmente leggibili per la costruzione di classifiche e per la creazione del programma di lavoro e di tutoraggio .

Noi crediamo moltissimo nella dignità delle persone e speriamo che questo strumento sia usato per valorizzare chi decide di aderire, riconoscendogli, nel contempo, il suo ruolo sociale nella e per la comunità, anche al fine del suo reinserimento nel mondo del lavoro, talvolta imparando un nuovo mestiere.

Abbiamo dato spunti e presentato emendamenti da tutti ritenuti migliorativi del regolamento proposto dalla Giunta. Ora il Comune faccia bene il suo lavoro affinché l’iniziativa abbia successo.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *