Degrado di Volto dei Centori e del Centro Storico: SiAmo Vercelli presenta un’interrogazione

Vercelli, 16 giugno 2015

Nel Consiglio Comunale del 30 ottobre 2014 è stata approvata, all’unanimità, una mozione proposta da SiAmo Vercelli in cui si chiedeva di intervenire in Volto dei Centori per contrastare l’assoluto stato di degrado, dovuto ad atti di vandalismo notturni, e alla totale carenza di manutenzione e valorizzazione di un’area di grande valore storico e urbanistico della nostra città.

La mozione impegnava l’Amministrazione ad atti fattivi e concreti, nella fattispecie di:

  • intensificare la sorveglianza delle forze dell’ordine nell’area e nelle altre zone del Centro Storico;
  • procedere con urgenza alla installazione di una telecamera di sorveglianza dal lato del Volto che dà su Corso Libertà;
  • pianificare il ripristino del decoro dell’area con interventi sul manto stradale, completando la posa dei cubetti di porfido, intervenire sull’illuminazione in coerenza con il contesto e incentivare la pulizia delle volte e la riverniciatura degli intonaci quasi completamente ricoperti di vernice spray;
  • promuovere iniziative volte alla valorizzazione di un’area unica per la nostra città, con la sua configurazione medioevale e le sue volte a botte, valutando la possibilità di aprire al pubblico le pertinenze comunali rimaste, e verificando la disponibilità dei privati;

A più di 7 mesi dall’approvazione, abbiamo verificato – sia consultando i residenti della zona che di persona – che nulla è cambiato:  i cittadini che abitano in quest’area, nonostante le molteplici segnalazioni, inoltrate ai vari organi competenti a partire dal 1998, ben 10, continuano  a essere prigionieri in casa propria, soprattutto durante i fine settimana.

I Consiglieri Comunali di SiAmo Vercelli hanno, quindi, presentato, in questi giorni, un’interrogazione al Sindaco per sapere quando si intenda dare seguito alla mozione e, in particolare, procedere alla installazione della telecamera di sorveglianza e alla intensificazione dei controlli.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *