FABBRICA DEL SANT’ANDREA E RILANCIO DEL NOSTRO MONUMENTO

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli per la costituzione della Fabbrica del Sant’Andrea, per la salvaguardia e il rilancio del nostro monumento più importante

Vercelli, 28 luglio 2014

L’ennesimo distacco di materiale dalla facciata della Basilica di Sant’Andrea pone con urgenza il problema di prendersi finalmente cura del monumento più importante della nostra città, dopo anni di disinteresse da parte delle amministrazioni comunali.

La Basilica di Sant’Andrea è un monumento eccezionale non solo da un punto di vista architettonico, dato che rappresenta uno dei primi esempi di gotico in Italia ma perché la sua origine è legata a vicende storiche importantissime, come la riconferma della Magna Charta, di cui Guala Bicchieri, fondatore della Basilica, è stato l’artefice. Il Sant’Andrea, inoltre aveva portato a Vercelli una delle più importanti scuole filosofiche europee, quella dei Vittorini di Parigi.

Tutto questo rappresenta un patrimonio unico per la città che occorre salvaguardare ma, soprattutto, valorizzare per attrarre turisti e appassionati di arte e di storia.

SiAmo Vercelli ha fin dalla sua costituzione riservato una sensibilità particolare verso Sant’Andrea, includendo nel suo programma elettorale l’idea della costituzione di una entità giuridica, la cosiddetta “fabriceria”, sull’esempio della famosa Fabbrica del Duomo di Milano, che possa prendersi cura della Basilica svolgendo tre attività fondamentali:

  1. la raccolta di fondi in modo professionale, anche e soprattutto fuori dal perimetro pubblico, che in questi anni presenta particolare scarsità di risorse;
  2. la valorizzazione culturale e turistico nell’ambito di un progetto di promozione del nostro territorio;
  3. l’organizzazione, in coordinamento con la Sovrintendenza, dei restauri necessari alla sua salvaguardia.

Questa idea, presentata inizialmente nell’ambito di una conferenza organizzata da SiAmo Vercelli il 17 maggio, con l’intervento di alcuni esperti, torna di drammatica attualità.

E’ intenzione di SiAmo Vercelli di portare avanti il progetto della Fabbrica per arrivare finalmente alla costituzione di un’entità giuridica che si faccia carico di quelle responsabilità che l’amministrazione comunale non è stata fino ad oggi in grado di assumersi.

Non si tratta banalmente di reperire dei soldi per tamponare qua e là le criticità che di volta in volta si manifestano, ma pensare più in grande, dato che il Sant’Andrea può davvero diventare il volano per il rilancio turistico della nostra città, insieme agli altri tesori, come i musei ed alcuni importanti monumenti.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *