IL CONSIGLIO COMUNALE RECUPERI IL SUO RUOLO

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli, Zanoni: “Il Consiglio Comunale recuperi il suo ruolo”
Perfumo: “Giusto così: la Giunta va controllata e spronata”

Vercelli, 2 gennaio 2015

L’inizio del nuovo anno, così come lo vede SiAmo Vercelli, si presenta come l’inizio di una nuova giornata di lavoro, che non può prescindere da sonore esortazioni di sveglia rivolte innanzitutto alle forze politiche responsabili del futuro amministrativo della Città e in secondo luogo agli stessi cittadini, affinché aprano bene occhi e orecchi per cogliere quanto di sincero e quanto di strumentale viene loro periodicamente comunicato.

SiAmo Vercelli, movimento costituito da neofiti della politica e dell’amministrazione, ha concluso il proprio periodo di apprendistato inevitabile e necessario alla conoscenza del funzionamento di quella che si chiama normalmente “macchina amministrativa”. I mesi trascorsi dopo il voto sono serviti a cogliere anche le storture e le inadempienze radicate nel sistema, in cui spesso vige la logica del “a favore o contro a prescindere”, spesso in barba ai rapporti istituzionali e talvolta, purtroppo, anche al doveroso rispetto tra persone, specie in una comunità relativamente piccola come la nostra Città.

“SiAmo Vercelli è nata per restituire dignità e correttezza al fare politica amministrativa, dignità e correttezza che risiedono innanzitutto nel rispetto dei ruoli istituzionali, a cominciare dal Consiglio Comunale e dalle sue emanazioni nelle Commissioni.”, sostiene Gian Luca Zanoni, capogruppo di SiAmo Vercelli in Consiglio Comunale.

SiAmo Vercelli, così come da un lato desidera dismettere, per una questione di chiarezza e di rispetto, il termine “opposizione” a vantaggio di quello più corretto di “minoranza” (il che significa la rinuncia a pregiudizi di fondo sulla qualità del lavoro di quest’ultima, nonché la disponibilità al dialogo ed al confronto su qualsiasi tema posto in discussione), allo stesso modo dall’altro ha rifiutato sin dall’inizio di considerare il proprio gruppo presente in Consiglio come una mera appendice della maggioranza, indispensabile al mantenimento dei rapporti di forza, voci di un coro che non ammette fuoruscite.

“SiAmo Vercelli – continua Gian Luca Zanoni – rivendica con forza il proprio diritto/dovere di operare in Consiglio Comunale e nelle Commissioni secondo quanto dettano le norme istituzionali, a cominciare dal ruolo di indirizzo e controllo, prerogativa irrinunciabile del Consiglio stesso e che non può conoscere momenti di eccezione. Pure consci di come in passato si sia proceduto in aperta e consapevole violazione delle norme di cui sopra, ci impegneremo da subito ad entrare nel vivo delle problematiche che l’Amministrazione deve affrontare stimolandola sui modi e sui tempi di attuazione attraverso gli strumenti delle mozioni e degli ordini del giorno, che non sono né saranno mai appannaggio delle sole forze di minoranza.”

“L’interpretazione che qualcuno ha voluto o vorrà dare di questa impostazione come se fosse un segnale di indebolimento della maggioranza è da considerare frutto di una visione della politica comunale errata nei suoi fondamenti. Non meraviglia il fatto che da qualche parte si preferisca ritagliare al gruppo di SiAmo Vercelli un ruolo di pura complicità nelle decisioni della Giunta e del Sindaco. La cosa è comprensibile solo in un’ottica di conservazione delle precedenti storture nell’interpretazione del ruolo del Consiglio.“

“Una cosa sono i gruppi consiliari, altra cosa è la Giunta. – ha commentato Zanoni – Nessuna rilevanza ha per noi il fatto che all’interno della Giunta siedano rappresentanti delle forze di maggioranza, a cominciare ovviamente dai medesimi rappresentanti di SiAmo Vercelli. Nessuno all’interno dell’Amministrazione potrà sottrarsi al giudizio dei consiglieri, di tutti i consiglieri.”

“È una pura questione di ruoli effettivi: SiAmo Vercelli non rinuncerà mai, in Consiglio Comunale, a indirizzare con mozioni, a controllare, a valutare, a giudicare l’operato della Giunta.” – ha concluso Zanoni – “Così come non rinuncerà certo a rintuzzare gli attacchi e le proposte della minoranza quando si mostrino strumentali, se non addirittura scorretti, frutto di invenzioni da propinare comunque ai media. Oppure lesivi della persona nel ruolo che essa svolge, sia essa Sindaco, Assessore o Consigliere.”

Il Vice Sindaco Alberto Perfumo, alla domanda se questa posizione di SiAmo Vercelli non lo faccia sentire con il resto della Giunta un po’ in discussione, ha così replicato: “L’altro giorno ho incontrato una persona che mi ha suggerito quello che dovrebbe essere il motto di ogni buon amministratore: ’Abbiate fiducia in noi, ma controllateci!’”

“Chi ha un incarico pubblico – ha continuato Perfumo – deve ambire a generare fiducia ma, al tempo stesso, deve chiedere di essere controllato, sollecitato, spronato, corretto.”

“A me il motto piace molto, e credo sia giusto così.”, ha concluso Perfumo.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *