Il Sindaco e la nuova maggioranza bocciano la mozione per il contrasto dell’abbandono dei rifiuti nelle strade

Vercelli, 31 luglio 2015

Riprendendo quanto scritto da un noto autore vercellese, proprio in questi giorni, una delle cose che i cittadini chiedono è semplicemente quella di avere la città pulita.

Ed è incontestabile il fatto che Vercelli non lo sia, soprattutto negli ultimi mesi.

In diversi punti della città vengono abbandonati rifiuti in modo indiscriminato e incivile. L’immondizia  cumulata nelle strade è causa della proliferazione di colonie di topi nonché, se data alla combustione, come testimoniato direttamente da numerosi cittadini, della propagazione di fumi tossici che possono pregiudicare la salubrità dell’ambiente, oltre che il decoro urbano.

Anche SiAmo Vercelli, come l’autore citato, ritiene che, in primis, occorrerebbe controllare e sanzionare i cittadini maleducati che sporcano la città.

Per questo motivo abbiamo presentato, nel Consiglio Comunale del 27 luglio scorso, una mozione che prevedeva di adottare misure preventive come l’acquisto di una o più telecamere mobili da installare, periodicamente, nei vari punti della città e l’aumento della vigilanza, utilizzando anche personale in borghese, nei pressi delle zone più colpite da tali fenomeni.

Abbiamo chiesto, inoltre, in sintesi, di applicare, a chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti, la misura massima della sanzione prevista dal regolamento (500 euro), prevedendo un meccanismo di inasprimento sanzionatorio per i recidivi.

Le proposte sono state bocciate dal Sindaco Forte che ha, tra le sue numerosissime deleghe, anche quella dell’ Assessorato all’Ambiente. In Consiglio ha, infatti, affermato che telecamere e personale in borghese vengono già utilizzati e che una sanzione di 500 euro appariva troppo onerosa.

Tali affermazioni ci preoccupano ancora di più perché, se già esistono telecamere e personale in borghese, nessuno in città se ne è accorto: i risultati ci paiono assolutamente insufficienti, visto che Vercelli appare sempre più sporca e disordinata.

Non siamo neanche d’accordo sulla sottovalutazione dell’aspetto sanzionatorio: chi sporca e lascia i suoi rifiuti in strada commette un illecito e quindi deve pagare.  La tolleranza per questi incivili deve essere zero.

Non è sufficiente, secondo noi, quanto ha suggerito il Sindaco durante il Consiglio, ovvero affrontate il problema con l’educazione dei cittadini al senso civico.

Tale aspetto è certamente rilevante, ma va affiancato a misure preventive e sanzionatorie, altrettanto, se non più, importanti, per avere la certezza della “pena”: se si compiono atti incivili, si va incontro a una punizione sicura ed esemplare.

Un’altra proposta, contenuta nella mozione, era quella di attivare un indirizzo mail a cui segnalare, ad esempio tramite fotografie, condotte illecite compiute da persone, fornendo elementi per intervenire in modo efficace e circostanziato.

Anche questa proposta è stata bocciata dal Sindaco che ha citato il sito “Decoro Urbano” come se fosse la stessa cosa.

Quest’ultimo è certamente utile a denunciare situazioni di degrado già verificatesi, ma il senso della nostra proposta era chiaramente preventivo.

Peraltro, l’inefficienza dell’Amministrazione su questo fronte – su cui in passato SiAmo Vercelli, già nel periodo in cui era presente in Giunta, aveva richiamato il Sindaco a una maggior focalizzazione  – emerge anche dai dati su Vercelli presenti sul sito decorourbano.org: ad oggi, su 397 episodi rilevati, ne risultano risolti 175: neanche la metà !
Apprezzabile era stata l’iniziativa dell’allora Assessore Pistono di attivare questo strumento di segnalazioni (in cui sono i cittadini ad attivarsi per evidenziare situazioni che richiedono un intervento), ma l’impegno dell’Amministrazione deve concentrarsi sulla loro risoluzione. Qui il lavoro l’hanno fatto per lo più i cittadini !
Decine di segnalazioni non ancora risolte risalgono addirittura a settembre del 2014, quasi un anno fa !

Rassicuriamo i cittadini vercellesi che, anche su questo tema, continueremo a vigilare l’(in)operato dell’Amministrazione Forte, che ha dimostrato, con il solito pressapochismo, di sottovalutare il problema cassando questa proposta, così come le altre presentate da SiAmo Vercelli nei mesi precedenti: ad esempio la mozione sulle deiezioni canine abbandonate in strada o quella contro il degrado di Volto dei Centori, approvata all’unanimità ad ottobre 2014, ed estesa, grazie all’apporto di Vercelli Amica, a tutto il Centro Storico, ma a cui non è stato dato ancora seguito.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *