La lettera ai giornali di Alberto Perfumo e Gian Luca Zanoni

Vercelli, 12 marzo 2016

Sulla stampa A? apparsa la notizia della richiesta del nostro rinvio a giudizio per la selezione del coordinatore del progetto Vercelli Expo.

Una notizia che, alla luce dei fatti realmente accaduti, A? sorprendente: in quel progetto – fintanto che lo abbiamo curato, a fine maggio 2015 – non ci abbiamo messo nienta��altro che la��impegno e la serietA� che tutti i giorni usiamo nella nostra vita personale e professionale. Nessuna assurda combine, nessun punto oscuro. Tutto si A? svolto, come giA� dichiarato, nel pieno rispetto delle norme e per la migliore scelta per il Comune e per la cittA�.

Veniamo accusati, invece, di aver favorito la nomina a coordinatore artistico di uno dei candidati, una persona che non ha nulla a che vedere con noi nA� personalmente nA� politicamente. Tra la��altro, l’importo della��incarico di coordinatore artistico era talmente basso che alla nomina si sarebbe potuto procedere direttamente. Infatti, la legge prevede che, per incarichi inferiori a 20mila euro, si possa scegliere direttamente chi incaricare (si chiama affidamento diretto) e senza procedere a bando di gara. Per di piA?, stupisce il coinvolgimento di Zanoni, che non aveva nessun ruolo nella vicenda.

E tutto questo mentre in cittA� partono progetti di oltre 200 mila euro, come il Piano strategico, senza passare da una gara.

Quel poa�� di rabbia che proviamo a sentirci ingiustamente accusati A?, peraltro, piA? che compensata dalla stima e dalla fiducia che ci A? stata ribadita dal nostro Movimento attraverso la sua Segreteria.

GiA�, perchA� questa vicenda avrA� certamente un risvolto politico, dal momento che interessa due tra le persone piA? in vista di SiAmo Vercelli.

E cosA�, a chi proverA� a buttarla in vacca accusandoci di essere a�?come tutti gli altria�? si affiancheranno le convenienze di alcuni a contrastare la��azione politica del Movimento, approfittando – temporaneamente – della situazione. Un Movimento, quello di SiAmo Vercelli, che preoccupa piA? da��uno in cittA� perchA� ha dimostrato di non essere un fuoco di paglia ma di avere i mezzi, le capacitA� e il consenso per fare qualcosa di importante. Quanto importante? SarA� mai possibile che arrivi a governare la cittA�? – si chiedono con preoccupazione alcuni ambienti. E fanno bene a preoccuparsi, questi ambienti, perchA� SiAmo Vercelli porterA� un vero cambiamento!

La nostra azione prosegue con pazienza, fiducia, anche nella giustizia, e tanta determinazione.

Alberto Perfumo e Gianluca Zanoni

Condividi questo contenuto
  • 15
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *