Nuovo incarico del Comune a Mecenate 90: non bastava il pasticcio del piano strategico!

SKINNER

Vercelli, 7 gennaio 2016

Il Comune di Vercelli non ha piA? soldi e far tornare il bilancio A? un esercizio complicato: questa A? la risposta che tutti in cittA� – operatori del sociale, associazioni sportive e culturali, cittadini indigenti – si sentono ripetere da tempo. Ed in parte A? vero.

Solo in parte, perA?, perchA� quando si devono trovare soldi da scialacquare, si trovano. Soldi da buttar via in operazioni inutili – o utili solo per chi riceve gli incarichi.

Ea�� senza��altro il caso dello studio di fattibilitA� della��Alta Scuola di Cucina, affidato per oltre 24 mila euro a Mecenate 90.

Abbiamo dovuto rileggere un paio di volte la delibera della Giunta comunale: come 24 mila euro per uno studio? come 24 mila euro per uno studio per una��alta scuola di cucina? e soprattutto, come di nuovo Mecenate 90? giA� agli a�?onoria�? delle cronache per il piano strategico – vicenda contorta, degna di maggior attenzione (ci torneremo, infatti).

La fantasia del sindaco e della sua Giunta A? illimitata e questa volta ha partorito una��alta scuola di cucina presso la��ex-Enal.

Con una��assegnazione diretta, giustificata da supposte a�?coerenza, efficacia ed efficienzaa�?, il Comune incarica Mecenate 90 di questo studio.

Soldi buttati via per uno studio che non serve, per una��attivitA� fantasiosa da allocare in un fabbricato a cui non si sa dare una destinazione sensata – dopo tutti i soldi spesi e un anno di inutilizzo.

Almeno, se proprio si riteneva necessario uno studio, ci si poteva rivolgere a realtA� locali, l’Istituto Alberghiero ad esempio, di cui A? riconosciuta da tutti la professionalitA�A� e l’eccellenza in questo campo, e che probabilmente l’avrebbe fatto gratuitamente o quasi.

Si tratta di soldi dei cittadini, soldi nostri, che meriterebbero ben altra cura e gestione. Quelle del buon padre di famiglia, si diceva.

PerA? oggi, purtroppo, a Vercelli siamo orfani.

Condividi questo contenuto
  • 35
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *