Oltre il “viale del tramonto”. Da SiAmo Vercelli una mozione per la mobilità con le biciclette in città.

Vercelli, 10 dicembre 2015

SiAmo Vercelli ha presentato, la scorsa settimana, una mozione affinché la Giunta promuova attività volte a facilitare la mobilità con le biciclette in città.

Tali azioni appaiono ancora più urgenti e necessarie anche alla luce delle orrende e inutili strisce blu posizionate, pare temporaneamente (vigileremo che sia effettivamente così e che scompaiano dopo il periodo di fine anno), dall’Amministrazione Comunale in Viale Garibaldi.

Anziché lasciare il viale alla sua naturale destinazione, ovvero a disposizione di pedoni, corridori e ciclisti, in questo modo si è favorita la deturpazione di una delle aree più storiche, più amate e più frequentate della nostra città. Ennesimo passo, dispiace dirlo, scollegato dalla realtà. Un “viale del tramonto”, verrebbe da definirlo, metafora dell’attuale sindacatura, partita sotto ben altre aspettative.

SiAmo Vercelli, ritiene, al contrario, che si debba incentivare e favorire l’utilizzo delle biciclette, sia perché fa bene alla salute, sia perché contribuisce alla riduzione del traffico e di conseguenza dell’inquinamento, degli incidenti stradali e delle necessità di parcheggi.

Ci sono molti modi per favorire l’utilizzo delle bici: intanto, per prima cosa, sistemando le piste ciclabili e creandone di nuove. E’ evidente che, come anche ci hanno segnalato numerosi cittadini, quelle esistenti non vengano manutenute e siano parzialmente inagibili a causa della cancellazione della segnaletica, di ostacoli lungo il percorso come radici di piante o auto in sosta che le invadono, o ancora per scarsa illuminazione degli attraversamenti.

Si può, inoltre, favorire l’utilizzo delle biciclette per chi si reca al lavoro: la mozione propone di creare un parcheggio custodito all’interno della stazione ferroviaria per le biciclette dei pendolari e di valutare l’adozione di un progetto che preveda di incentivare, anche economicamente, chi in città decida di recarsi al lavoro con tale mezzo, lasciando a casa l’auto, sul modello di quanto si sta effettuando anche in altri comuni.

E’ importante, poi, cercare di proteggere i cittadini dai numerosi furti di biciclette, che avvengono anche all’interno di abitazioni private. Nella mozione, SiAmo Vercelli invita quindi il Comune ad aderire a sistemi di protezione a basso costo ed elevata efficacia, collegati all’iscrizione del mezzo al Registro Italiano Bici, che consentono l’identificazione della bicicletta, adottando tre livelli di protezione: la targa, il numero di telaio e la fotografia del mezzo.

La mozione propone, infine, di dare il via alla realizzazione di un percorso ciclo-pedonale nell’area comunale alle spalle dell’ex ospedale psichiatrico che permetterebbe, finalmente, a tutti di usufruire di una splendida area verde ad oggi sconosciuta alla maggior parte dei vercellesi.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *