PRONTA LA MOZIONE PER LA FABBRICA DEL SANT’ANDREA

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli, pronta la mozione per la “Fabbrica del Sant’Andrea”
Dallera: “Un progetto che non solo tuteli e protegga, ma soprattutto valorizzi le immense potenzialità del nostro monumento più importante”

Vercelli, 7 gennaio 2015

Dopo aver promosso, insieme al FAI, a tutte le forze politiche della città, a tanti volontari di enti e associazioni, la raccolta di firme per il Sant’Andrea nell’ambito del concorso nazionale “FAI – I luoghi del cuore”, per il quale si attende a breve il risultato finale, SiAmo Vercelli depositerà una mozione da votare nel Consiglio Comunale in calendario a febbraio per avviare uno studio di fattibilità sulla realizzazione della cosiddetta “Fabbrica di Sant’Andrea”.

“Come tutti possiamo riscontrare – commenta Paolo Dallera, responsabile del settore cultura di SiAmo Vercelli – lo stato attuale dell’Abbazia è tutt’altro che ottimale perché negli anni scorsi non è stato fatto abbastanza per la sua conservazione. Non è solo il suo decadimento, però, a sollecitare la nostra attenzione.

L’impegno nei confronti del monumento più bello della città che, ricordiamo, è di proprietà comunale, deve riguardare soprattutto la sua valorizzazione. Il nostro progetto trae fondamento dalla considerazione delle sue altissime potenzialità storico-culturali e artistiche, che, se fossero opportunamente sfruttate, potrebbero diventare un importante motore di sviluppo culturale e turistico per la nostra Città, generando significative ricadute economiche.

Occorre quindi che l’Amministrazione Comunale assuma un approccio nuovo e maggiormente efficace rispetto al passato.”

Questo, secondo SiAmo Vercelli, passa attraverso l’istituzione di un’entità giuridica esterna che, sfruttando le possibilità concesse dal nostro ordinamento, provveda alla manutenzione e all’organizzazione dei restauri, alla valorizzazione culturale e turistica dell’intera struttura ed al reperimento delle risorse finanziarie necessarie, puntando anche al di fuori del perimetro pubblico, attraverso le più moderne ed efficaci tecniche di reperimento di fondi, il cosiddetto “fundraising”. Questa soluzione appare preferibile rispetto all’istituzione di un’entità all’interno del Comune in quanto l’attuale Amministrazione Comunale può difficilmente contare su figure professionali dedicate e qualificate con le competenze necessarie. La separazione, inoltre, permetterebbe di individuare meglio obiettivi e responsabilità.

Conclude Paolo Dallera: “Durante una conferenza su Sant’Andrea, organizzata durante la campagna elettorale lo scorso maggio, annunciammo che nel 2019 ricorrerà l’anniversario di 800 anni dalla sua fondazione, avvenuta il 19 febbraio 1219. L’obiettivo del nostro progetto è anche quello di arrivare a celebrare degnamente questo evento riportando il Sant’Andrea in un proscenio di alto livello, che gli spetta di diritto e che può offrire elevate potenzialità. La recente iniziativa di SiAmo Vercelli è un primo passo concreto in questa direzione.”

SiAmo Vercelli auspica ampia convergenza su questo tema da parte delle forze politiche consiliari, ed è aperta ad ogni contributo migliorativo della propria proposta di progetto.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *