Rifiuti abbandonati, la posizione di SiAmo Vercelli nelle parole di Gian Luca Zanoni

Vercelli, 23 agosto 2015

Di seguito la lettera di Gian Luca Zanoni inviata ai Direttori dei media vercellesi a proposito del problema dei rifiuti abbandonati.

Gentile Direttore,

Le chiedo cortesemente ospitalità per alcune riflessioni sul perdurante problema dei rifiuti abbandonati che rendono Vercelli una città sporca come mai è stato in passato.

Negli scorsi giorni il Sindaco Maura Forte ha comunicato alla stampa di aver dato seguito alla segnalazione di alcuni cittadini relativamente ad alcuni rifiuti abbandonati in via Asmara, essersi recata personalmente sul posto, aver richiesto l’intervento di Atena dopo aver scattato fotografie da pubblicare sui social network e infine aver chiesto l’intervento dei vigili urbani, che hanno individuato i responsabili e li hanno multati.
Il Sindaco si è compiaciuta di tutto ciò e ne ha dato ampia pubblicità.

L’impegno del Sindaco non è mai mancato. Come SiAmo Vercelli, gliel’abbiamo volentieri riconosciuto, privatamente e pubblicamente, in tutti questi mesi. Sono stati altri i motivi che ci hanno via via separato (e, faccio notare, non solo noi – questa Amministrazione ha tra gli altri il record di Assessori che si sono dimessi nel primo anno di Giunta): ci hanno separato un rapporto ondivago, non improntato alla chiarezza e soprattutto una clamorosa mancanza di progettualità.
SiAmo Vercelli aveva accettato l’apparentamento per una svolta vera, il Sindaco si è presto rivelata più legata a logiche consolidate che a una politica nuova.

Nello specifico, è pensabile che in una città capoluogo di provincia si muova il Sindaco a far fotografie, a chiamare Atena per pulire i rifiuti oggi in via Tizio, domani in via Caio, a chiamare personalmente i Vigili per far multare i responsabili ? E normale che il Sindaco poi se ne vanti con la stampa ?
Queste sono cose che possono funzionare in un paesello di qualche centinaio di abitanti.

In realtà, tutto ciò è la fotografia di una situazione fallimentare.

Primo, manca da mesi l’Assessore all’Ambiente. Il Sindaco ha su di se un numero di deleghe infinito che neppure un monarca assoluto (impossibile, con tutte quelle responsabilità, seguirle tutte con efficienza e conseguendo risultati durevoli: infatti è sempre a rincorrere emergenze)

Secondo, assumendo che Atena stia onorando regolarmente il proprio contratto di servizio con il Comune (e che cioè la raccolta rifiuti avvenga con regolarità), l’unica spiegazione di una città così sporca è la mancanza di osservanza delle regole da parte dei cittadini. Abbiamo quindi un problema di rispetto dei regolamenti comunali, e questi comportamenti vanno puniti. Con decisione, se serve a debellare il fenomeno.

Il Sindaco si è compiaciuta del fatto che i responsabili siano stati multati.

Mi chiedo allora perché ha, nell’ultimo Consiglio Comunale, votato a sfavore, bocciandola, della mozione di SiAmo Vercelli finalizzata al contrasto all’abbandono dei rifiuti nelle strade.
La mozione prevedeva l’aumento della vigilanza, utilizzando anche personale in borghese; l’applicazione a chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti della misura massima della sanzione prevista dal regolamento (500 euro, che in Consiglio il Sindaco ha giudicato troppo onerosa); prevedeva anche un meccanismo di inasprimento sanzionatorio per i recidivi e l’istituzione di un contatto per le segnalazioni da parte dei cittadini.
Cosa ci fosse di sbagliato, non mi è dato capire.

Uno strumento importante in più per la Polizia Municipale, competente ad occuparsi del problema, in maniera regolare e continuativa. Il problema non può essere affidato al Sindaco che gira con la macchina fotografica (e cosa succede quando – si spera spesso – il Sindaco è impegnata con incombenze più importanti ? Si possono abbandonare i rifiuti impunemente ?)

La bocciatura da parte del Sindaco appare piuttosto una scelta a priori: le proposte di SiAmo Vercelli vanno bocciate.
Prima, quando erano dentro, le si boicottava in silenzio, oggi, visto che non sostengono più la Giunta, le possiamo direttamente bocciare.

Da parte di SiAmo Vercelli non ci sarà mai un atteggiamento pregiudiziale nei confronti dell’Amministrazione: daremo il nostro contributo positivo quando a nostro avviso opererà nella giusta direzione (il dossier Atena-IREN, recentemente discusso in Consiglio, è un buon esempio); quando non sarà così ci opporremo, sempre argomentando nel merito e suggerendo modalità alternative.

Speriamo che il Sindaco esca dall’assurdo atteggiamento di osteggiare a priori tutto ciò che SiAmo Vercelli propone: nomini quanto prima un Assessore all’Ambiente e dia seguito a misure strutturali e continuative per il contrasto all’abbandono dei rifiuti nelle strade.

La città ha bisogno, e i cittadini giustamente lo pretendono, di tornare ad essere pulita.
Servono interventi incisivi e strutturali, cambiamenti duraturi e regolari.
Non tour fotografici finalizzati a farsi pubblicità.

Gian Luca Zanoni
Capogruppo di SiAmo Vercelli in Consiglio Comunale

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *