Sempre piA? in basso: Bilancio approvato senza la presenza obbligatoria del Presidente dei Revisori

Vercelli, 27 luglio 2015

Ea�� un aspetto tecnico, molto tecnico per interessare i cittadini.
E qualcuno potrebbe persino definirlo formale.

PerA?, talvolta la forma A? sostanza. E la violazione di aspetti formali sottintende pericolose forzature della sostanza, che, in Consiglio comunale, significa discussione democratica. Siccome questo A? il caso, vogliamo portarlo alla��attenzione di tutti.

Il regolamento del Comune (link aA�Regolamento di ContabilitA�) prevede appunto che il Presidente del Collegio dei Revisori sia presente alla discussione sul bilancio preventivo, per garantire risposte puntuali a questioni di loro competenza – che, sul bilancio, sono numerosissime.

Art. 73, comma 6 – Regolamento di ContabilitA�
a�?Il Presidente del Collegio o un membro da lui delegato, presenzia ai lavori del Consiglio quando A? in discussione il bilancio preventivo, il suo assestamento generale e il conto consuntivo, al fine di fornire le indicazioni e le precisazioni verbali eventualmente richieste, da acquisire a verbale.a�?

La sua presenza A?A�quindiA�necessariaA�(e si badi: necessariaA�senza alcuna condizione) al fineA�diA�rispondere richieste dei Consiglieri in materia di bilancio. Si osservi infatti che, negli enti pubblici come nelle imprese private, i Revisori garantiscono il rispetto delle norme contabili e, con ciA?, tutelano i cittadini (nelle imprese, tutelano gli azionisti) sulla correttezza dei numeri di bilancio.

VenerdA� mattina, quando abbiamo verificato che il Presidente del Collegio dei Revisori non era presente, ne abbiamo fatto richiesta in aula al Segretario Generale, attraverso una mozione da��ordine del Consigliere Luca Simonetti.

Il Segretario Generale ha risposto in aula che, a suo avviso, la presenza avrebbe dovuto essere garantita non per tutta la durata della seduta di discussione del bilancio ma solo per la parte relativa alla��approvazione dello schema di bilancio (il punto 17 alla��ordine del giorno, che non si sarebbe affrontato in mattinata) e che il Presidente sarebbe arrivato da li a poco.

Una risposta che non ci ha soddisfatti ma che abbiamo verbalizzato.

Al pomeriggio di venerdA�, il dottor Sortino, Presidente del Collegio dei Revisori, si A? presentato in aula e ha seguito i lavori tra le ore 15 e le 20, presenziando alla discussione dei punti (dal numero 8 al numero 14) alla��ordine del giorno. Alle 20, proprio quando la minoranza lasciava l’aula, ha lasciato a sua volta la��aula e se ne A? andato.

Quindi, la successiva discussione, e in particolare quella relativa allo schema di bilancio, si A? svolta senza che il Presidente fosse presente!

Oggi lo abbiamo fatto notare, chiedendo, in aula, la legittimitA� di questa situazione.A�Dopo qualche minuto, ci A? stato risposto che non ci sono state domande durante la discussione e, quindi, non ca��era bisogno dei Revisori !

Insomma, al mattino di venerdA�, a nostra richiesta esplicita, ci hanno risposto che il Presidente dei Revisori sarebbe arrivato al momento utile e, poi, siccome al momento utile non ca��era, ci dicono che nessuno aveva fatto richiesta!

Una cosa surreale. A�Un gioco di prestigio che non ci piace e che ci preoccupa. Se cominciamo a piegare le regole a piacimento, davvero prendiamo una brutta china.

Ea�� una forzatura delle regole che non va e di cui approfondiremo la legittimitA�.

Condividi questo contenuto
  • 23
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *