Archivi tag: Biennale Italia Cina

Mandare i 503 visitatori in Cina sarebbe costato meno

35259-to[1]

Vercelli, 13 Febbraio 2016

Non vogliamo essere ipocriti fingendo stupore all’apprendere i risultati della Biennale Italia-Cina, finalmente resi noti in risposta all’interrogazione fatta più di tre mesi fa da SiAmo Vercelli: costata 50mila Euro, 503 visitatori paganti, 2.444 Euro (e 50 centesimi !) incassati.

No, non è uno scherzo.

L’esposizione, inaugurata in gran spolvero il 27 giugno alla presenza di alti dignitari cinesi e piemontesi, con spettacoli di arti marziali, musiche e danze tradizionali del paese ospite, è stata un flop!

Nostalgicamente, lasciamo spazio alla memoria.

Ricordiamo quando venivano divelti i manifesti affissi all’ingresso dell’ex chiesa di San Marco che noi, volontari entusiasti, avevamo preparato per informare i cittadini del progetto Vercelli Expo A/R.

Ricordiamo i velati -non sempre- sprezzanti commenti di chi, dell’Amministrazione, criticava l’iniziale gestione di Arca promettendo lustro e fasto a loro dire più adatti al contenitore. Non interessava uno spazio, come previsto dal progetto originale, collettore di energie locali, vetrina di eventi vari e diversificati (più di  70 erano quelli già pianificati all’inizio del progetto, e molti altri se ne sarebbero aggiunti), luogo di vitale confronto e di presentazione di nuove iniziative…

No, con enfasi si opponeva a questa visione un “evento di livello internazionale”.
Ed ecco la Biennale Italia-Cina.
Talmente straordinaria da registrare 503 ingressi in 5 mesi.

Un clamoroso insuccesso, non solo per il risultato (scandaloso nella sua esiguità), ma anche perché frutto di un’operazione presuntuosa che, con ridicole pretese di magnificenza, ha scalzato le eccellenze vercellesi che finalmente godevano di un fantastico spazio, dopo anni restituito alla città.

E aggiungiamoci lo scarso interesse culturale ed artistico della mostra, lì rinchiusa e forse anche poco pubblicizzata (sarebbe interessante confrontare il risultato raggiunto a Vercelli con quelli di Serralunga d’Alba e di Torino).

Come accade sempre quando il lavoro è serio e appassionato, nonostante tutto, una soddisfazione noi volontari di Expo-Vercelli A/R l’abbiamo avuta: la conferma che i Vercellesi sono pronti a far rivivere la loro città.

Nei primi due weekend di maggio (8 giorni), Arca era un brulicare di eventi e di persone: si sono registrati 1400 ingressi (175 ingressi al giorno) con una spesa vicina allo zero, grazie al lavoro dei volontari. Nei successivi 100 giorni, 503 visitatori: 5 al giorno, con spesa di 50mila Euro.

Che almeno il Sindaco si renda conto degli errori commessi. L’acquisizione di consapevolezza e l’assunzione di responsabilità sono processi che chi governa deve assolutamente mettere in atto.

Anche se, ormai, abbiamo perso ogni speranza.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •