Archivi tag: Dallera

Un sistema multimediale per i visitatori dell’Abbazia di Sant’Andrea

Vercelli_Sant_Andrea_Facciata_Lunetta_Centrale

Vercelli, 19 ottobre 2015

Un anno fa, in questo periodo, la nostra comunità era impegnata nella raccolta firme per eleggere l’Abbazia di Sant’Andrea “Luogo del Cuore”, nell’ambito dell’omonimo concorso nazionale organizzato dal FAI. Con grande impegno ed entusiasmo abbiamo raccolto ben 15.582 firme, facendo risultare il nostro Sant’Andrea il secondo monumento più votato del Piemonte e 18-esimo a livello nazionale.

Non è stato possibile vincere il primo premio ma questo risultato ci ha permesso di partecipare alla seconda fase del concorso, che consente ai monumenti più votati di concorrere per il finanziamento di un progetto di valorizzazione, fino a 30 mila euro.

Negli scorsi mesi, un gruppo di lavoro di SiAmo Vercelli, guidato da Paolo Dallera e Paola Lamberti, ha ideato una proposta e, in collaborazione con Enrico De Maria di Vercelli Amica e in coordinamento con la Presidentessa del FAI di Vercelli, Arch. Maria Bice Sartoris, ha presentato il progetto: un sistema multimediale per guidare il visitatore nell’Abbazia di Sant’Andrea.

La proposta, altamente innovativa, si configura come un primo passo importante, suscettibile di ulteriori sviluppi, per accrescere la visibilità dell’Abbazia, aumentare i visitatori e porre le basi per future strategie di raccolta fondi, necessarie a ottenere risorse per la sua conservazione. Inoltre, non occorre dimenticare che l’importanza del Sant’Andrea è tale da attirare visitatori che altrimenti non avrebbero interesse a venire a Vercelli. Esso potrà quindi fare da volano per gli altri tesori artistici e monumentali, creando ricadute economiche a beneficio di tutta la città.

I risultati del concorso verranno resi noti dal FAI a metà novembre e ci auguriamo che il progetto per il Sant’Andrea possa essere tra quelli prescelti.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Cosa lega Vercelli alla celeberrima Magna Carta? Scopriamolo il 14 giugno in ARCA San Marco

MagnaCarta

Perché è ancora oggi importante parlare di Magna Carta, un documento vecchio di otto secoli?
Perché farlo domenica 14 giugno alle 21 ?
Perché, infine, la nostra città ha interesse a ricordarla ?

L’associazione SiAmo Vercelli ha organizzato per domenica 14 giugno alle ore 21, in occasione di Vercelli >< EXPO A/R, una conferenza in ARCA San Marco per celebrare l’ottavo centenario della firma dello storico documento, al quale un vercellese, il Cardinale Guala Bicchieri, ha dato un contributo importante per assicurarne il successo nei secoli.

Interverrà il Prof. Massimo Cavino, titolare della cattedra di Diritto Costituzionale presso l’Università del Piemonte Orientale e introdurranno la serata Paolo Dallera e Paola Lamberti, con proiezioni di presentazioni e filmati inediti dalla Gran Bretagna.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Fabbrica del Sant’Andrea: approvata la mozione di SiAmo Vercelli

FABBRICA DEL SANT’ANDREA: PAOLO DALLERA RINGRAZIA IL CONSIGLIO COMUNALE PER L’APPROVAZIONE DELLA MOZIONE DI SIAMO VERCELLI

Vercelli, 1 maggio 2015

Il Consiglio Comunale ha approvato ieri l’avvio di uno studio di fattibilità sulla realizzazione della cosiddetta “Fabbrica di Sant’Andrea” proposta con una mozione da SiAmo Vercelli.

Questo il commento di Paolo Dallera – responsabile del settore cultura di SiAmo Vercelli – che ha coordinato il lavoro preliminare di studio per la preparazione della mozione: “Come noto lo stato attuale dell’Abbazia è critico perché negli anni scorsi non è stato fatto abbastanza per la sua conservazione. Non è solo il suo decadimento, però, a sollecitare la nostra attenzione.

L’impegno nei confronti del monumento più bello della città che, ricordiamo, è di proprietà comunale, deve riguardare soprattutto la sua valorizzazione. Il nostro progetto trae fondamento dalla considerazione delle sue altissime potenzialità storico-culturali e artistiche, che, se fossero opportunamente sfruttate, potrebbero diventare un importante motore di sviluppo culturale e turistico per la nostra Città, generando significative ricadute economiche.

Occorre quindi che l’Amministrazione Comunale assuma un approccio nuovo e maggiormente efficace rispetto al passato.”

Questo, nella proposta di SiAmo Vercelli approvata dal Consiglio Comunale, passa attraverso l’istituzione di un’entità giuridica esterna che, sfruttando le possibilità concesse dal nostro ordinamento, provveda alla manutenzione e all’organizzazione dei restauri, alla valorizzazione culturale e turistica dell’intera struttura ed al reperimento delle risorse finanziarie necessarie, puntando anche al di fuori del perimetro pubblico, attraverso le più moderne ed efficaci tecniche di reperimento di fondi, il cosiddetto “fundraising”. Questa soluzione appare preferibile rispetto all’istituzione di un’entità all’interno del Comune in quanto l’attuale Amministrazione Comunale può difficilmente contare su figure professionali dedicate e qualificate con le competenze necessarie. La separazione, inoltre, permetterebbe di individuare meglio obiettivi e responsabilità.

“Ringraziamo i Consiglieri che hanno sostenuto questa importantissima proposta.” – ha concluso Paolo Dallera. – “Ora vigileremo perché la Giunta dia seguito all’impegno votato dal Consiglio.”

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

15582 volte “Grazie” !

Riportiamo di seguito il messaggio che Paolo Dallera, responsabile Cultura di SiAmo Vercelli e Referente del Comitato “Vercelli per Sant’Andrea” ha diffuso in occasione della pubblicazione della classifica finale del concorso “I Luoghi del Cuore” del FAI, Fondo Ambiente Italiano.

La nostra comunità, a partire da agosto 2014, si è mobilitata a sostegno della Basilica di Sant’Andrea, raggiungendo, in un tempo ridotto rispetto agli altri concorrenti, il ragguardevole traguardo di 15582 voti.


Abbiamo tutti apprezzato gli ottimi risultati raggiunti dal nostro Sant’Andrea nel concorso nazionale del FAI “I luoghi del cuore”, che lo vedono secondo monumento più votato del Piemonte e 18-esimo assoluto su più di ventimila monumenti iscritti a livello nazionale.

Voglio esprimere il mio ringraziamento al Sindaco e ai Rappresentanti del Consiglio Comunale per l’appoggio all’iniziativa, alle Associazioni cittadine, tra cui il FAI, agli Enti, ai Musei, all’Arcidiocesi, alle Fondazioni, all’Ospedale, all’Università e alle Scuole del vercellese, alla Pro Vercelli e a tutti i volontari per il contributo nella raccolta delle firme.

Il ringraziamento va anche, ovviamente, a tutti i cittadini e simpatizzanti del nostro Sant’Andrea che hanno firmato.

Senza il coinvolgimento di tutte queste persone non sarebbe stato possibile il raggiungimento dell’eccellente risultato.

Ora, con una dote di più di 15 mila voti, avremo accesso alla seconda fase dell’iniziativa,  ovvero la partecipazione ad un bando per l’assegnazione di uno dei diversi finanziamenti (fino a 30 mila euro ciascuno) per un progetto di valorizzazione del nostro Sant’Andrea.

Non appena conosceremo le modalità, organizzeremo una presentazione insieme agli amici del FAI di Vercelli, invitando tutti coloro che vorranno a lavorare ancora insieme per la nostra preziosa Abbazia.

Paolo Dallera
SiAmo Vercelli
Referente del Comitato “Vercelli per Sant’Andrea”

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

PRONTA LA MOZIONE PER LA FABBRICA DEL SANT’ANDREA

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli, pronta la mozione per la “Fabbrica del Sant’Andrea”
Dallera: “Un progetto che non solo tuteli e protegga, ma soprattutto valorizzi le immense potenzialità del nostro monumento più importante”

Vercelli, 7 gennaio 2015

Dopo aver promosso, insieme al FAI, a tutte le forze politiche della città, a tanti volontari di enti e associazioni, la raccolta di firme per il Sant’Andrea nell’ambito del concorso nazionale “FAI – I luoghi del cuore”, per il quale si attende a breve il risultato finale, SiAmo Vercelli depositerà una mozione da votare nel Consiglio Comunale in calendario a febbraio per avviare uno studio di fattibilità sulla realizzazione della cosiddetta “Fabbrica di Sant’Andrea”.

“Come tutti possiamo riscontrare – commenta Paolo Dallera, responsabile del settore cultura di SiAmo Vercelli – lo stato attuale dell’Abbazia è tutt’altro che ottimale perché negli anni scorsi non è stato fatto abbastanza per la sua conservazione. Non è solo il suo decadimento, però, a sollecitare la nostra attenzione.

L’impegno nei confronti del monumento più bello della città che, ricordiamo, è di proprietà comunale, deve riguardare soprattutto la sua valorizzazione. Il nostro progetto trae fondamento dalla considerazione delle sue altissime potenzialità storico-culturali e artistiche, che, se fossero opportunamente sfruttate, potrebbero diventare un importante motore di sviluppo culturale e turistico per la nostra Città, generando significative ricadute economiche.

Occorre quindi che l’Amministrazione Comunale assuma un approccio nuovo e maggiormente efficace rispetto al passato.”

Questo, secondo SiAmo Vercelli, passa attraverso l’istituzione di un’entità giuridica esterna che, sfruttando le possibilità concesse dal nostro ordinamento, provveda alla manutenzione e all’organizzazione dei restauri, alla valorizzazione culturale e turistica dell’intera struttura ed al reperimento delle risorse finanziarie necessarie, puntando anche al di fuori del perimetro pubblico, attraverso le più moderne ed efficaci tecniche di reperimento di fondi, il cosiddetto “fundraising”. Questa soluzione appare preferibile rispetto all’istituzione di un’entità all’interno del Comune in quanto l’attuale Amministrazione Comunale può difficilmente contare su figure professionali dedicate e qualificate con le competenze necessarie. La separazione, inoltre, permetterebbe di individuare meglio obiettivi e responsabilità.

Conclude Paolo Dallera: “Durante una conferenza su Sant’Andrea, organizzata durante la campagna elettorale lo scorso maggio, annunciammo che nel 2019 ricorrerà l’anniversario di 800 anni dalla sua fondazione, avvenuta il 19 febbraio 1219. L’obiettivo del nostro progetto è anche quello di arrivare a celebrare degnamente questo evento riportando il Sant’Andrea in un proscenio di alto livello, che gli spetta di diritto e che può offrire elevate potenzialità. La recente iniziativa di SiAmo Vercelli è un primo passo concreto in questa direzione.”

SiAmo Vercelli auspica ampia convergenza su questo tema da parte delle forze politiche consiliari, ed è aperta ad ogni contributo migliorativo della propria proposta di progetto.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

PIU’ DI 12000 FIRME PER IL SANT’ANDREA, NOSTRO LUOGO DEL CUORE

COMUNICATO STAMPA

Più di 12.000 firme per il Sant’Andrea, nostro Luogo del Cuore

Vercelli, 4 dicembre 2014

Il giorno 3 dicembre, al termine del concorso “I luoghi del Cuore”, Paolo Dallera di SiAmo Vercelli, referente per il Comitato “Vercelli per Sant’Andrea”, costituito insieme ai rappresentanti di tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, ha consegnato presso il centro di raccolta del FAI di Milano l’ultimo pacco di schede con i voti.

Sono state conferite più di 12,000 firme!

E’ un risultato eccellente, superiore alle più rosee previsioni, considerato che sono passati solo due mesi da quando il nostro Sindaco ha “mobilitato” la cittadinanza. E’ una conferma tangibile che davvero il Sant’Andrea è nel cuore di tanti vercellesi ed è il frutto di un intenso lavoro da parte di numerose associazioni, tra cui il FAI di Vercelli, enti, chiese, musei, scuole e, soprattutto, di tanti volontari, spesso occasionali, che hanno impiegato un po’ del loro tempo libero per promuovere questa iniziativa.

A loro esprimiamo un caloroso ringraziamento.

Questo risultato ci posizionerà verosimilmente a un buon livello in classifica e, se anche non risulteremo i vincitori, avremo buone probabilità per essere “ripescati”. Il FAI, una volta validati i voti, stilerà la classifica ufficiale tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio 2015. Per i non vincitori, andrà a definire delle “linee guida” che daranno la possibilità ai monumenti più votati e più importanti che presenteranno un progetto di recupero e valorizzazione di assicurarsi fino a 30 mila euro ciascuno.

Comunque andrà, questa iniziativa ha già portato risultati positivi.

E’ sicuramente maturata una maggiore consapevolezza nei confronti della nostra Abbazia e dei suoi bisogni. Abbiamo potuto constatare, ad esempio, che tanti vercellesi ancora non sanno che il Sant’Andrea appartiene al Comune e non alla Arcidiocesi di Vercelli.

Non è da sottovalutare poi tutta la pubblicità gratuita che ne è derivata. Attraverso il sito del FAI molte persone hanno visto per la prima volta il nostro Sant’Andrea e ne hanno conosciuto l’importanza storica e artistica.

Questo flusso pubblicitario continuerà anche in futuro quando, a livello nazionale, verrà pubblicata la classifica definitiva dei monumenti che hanno ricevuto più di mille voti.

Insomma, il nostro Sant’Andrea è ormai entrato in un nuovo circuito e potrà beneficiare di molta visibilità.

Appuntamento, quindi, a fine gennaio per il verdetto finale.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

SANT’ANDREA E FESTEGGIAMENTI PER GLI 800 ANNI DELLA MAGNA CHARTA

COMUNICATO STAMPA

Il Sant’Andrea segnalato nell’ambito delle celebrazioni dell’ottavo centenario della Magna Charta, previste per il 2015 in Gran Bretagna

Vercelli, 8 settembre 2014

Per iniziativa di Paolo Dallera, responsabile per la Cultura in SiAmo Vercelli e di Paola Lamberti è stato pubblicato un articolo riguardante il Sant’Andrea ed il suo fondatore Cardinale Guala Biccchieri nella prestigiosa newsletter del Magna Charta 800th Commitee, consultabile all’indirizzo: www.magnacarta800th.com/newsletters/Magna_Carta_Newsletter_Sept_2014.pdf

Il comitato, presieduto da Sir Worcester e patrocinato dalla Regina Elisabetta, facente parte della fondazione Magna Charta Trust, che annovera al suo interno numerosissimi personaggi britannici di spicco, si sta occupando dell’organizzazione delle molteplici celebrazioni che si terranno l’anno prossimo in Gran Bretagna per l’ottavo centenario della Magna Charta. Questo documento, considerato alla base del diritto anglosassone, fu annullato nel 1215, subito dopo la sua promulgazione, ma venne riemesso nel 1216 grazie al fondamentale contributo del Cardinale vercellese Guala Bicchieri, allora legato pontificio presso la corte britannica, salvando la Gran Bretagna dalla guerra civile e dall’invasione francese. Come riconoscenza di ciò e dei servigi prestati, il giovane nuovo re Enrico III donò a Guala Bicchieri la Chiesa di St.Andrew vicino a Cambridge con tutte le sue rendite e, grazie anche a questa cospicua dote, il Cardinale poté commissionare in breve tempo la realizzazione del nostro Sant’Andrea. Se il cardinale avesse fallito la sua missione in Inghilterra, probabilmente la Magna Charta non sarebbe stata riconfermata e, di conseguenza, anche il nostro Sant’Andrea, verosimilmente, non avrebbe visto la luce. Il destino di questo importante documento e della nostra meravigliosa basilica sono quindi incredibilmente legati.

“La nostra ambizione – afferma Paolo Dallera di SiAmo Vercelli – sarebbe di organizzare nel 2016, per la ricorrenza dell’ottavo centenario della riemissione della Magna Charta, una mostra a Vercelli sulla missione inglese di Guala Bicchieri, nella quale esporre l’esemplare che ancora conserva il sigillo del Cardinale e che oggi si trova in Gran Bretagna”.

L’evento non avrebbe precedenti e, per la prima volta, i vercellesi potrebbero ammirare con i loro occhi il famoso documento emesso e firmato dal loro illustre concittadino ottocento anni prima in Inghilterra.

“La nascita del Sant’Andrea ed il suo sviluppo con l’arrivo dei Canonici Vittorini da Parigi è avvenuto nel contesto di importanti vicende internazionali nel XIII secolo – affermano Paolo Dallera e Paola Lamberti –  per cui occorre avviare contatti con altri paesi UE e con le loro istituzioni ed università per ricollocare la nostra Basilica entro un proscenio internazionale che gli spetta di diritto e che, innegabilmente, costituisce una risorsa di altissime potenzialità per Vercelli”.

SiAmo Vercelli, come già anticipato, ha preparato una proposta di progetto per l’istituzione della cosiddetta “Fabbrica del Sant’Andrea”, che verrà proposta nei prossimi giorni a tutte le forze di maggioranza e opposizione al fine di comporre un fronte comune per la tutela e la valorizzazione del nostro monumento più importante.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •