Archivi tag: erbacce

Torniamo alle cose che interessano la città

Vercelli, 31 marzo 2018

L’assurda intimidazione dell’azione legale nei confronti della minoranza non ha raggiunto il suo scopo. Nel Consiglio comunale di giovedì 29 marzo, il Sindaco ha di nuovo sbattuto la faccia contro la realtà di numeri esigui, legati a una maggioranza che si è squagliata, e di improvvisazione. Così la forzatura dell’apertura del Consiglio senza il quorum di 14 consiglieri, in spregio al regolamento comunale, si risolverà nel ricorso al TAR, a cura di Siamo Vercelli e di tutte le altre forze della minoranza.

Adesso che questa partita è chiusa con una sonora batosta, al Sindaco e alla sua giunta tocca tornare a occuparsi dei problemi della città, troppo spesso dimenticati: entro pochi giorni c’è da redigere e approvare il bilancio preventivo 2018. E poi ci sono da risolvere le situazioni che interessano i cittadini, dalle piscine alla pulizia della città.

La questione piscine è duplice: da una parte, sono fermi i lavori di copertura dell’ex centro nuoto, una soluzione senza senso (costi elevati e risultato modestissimo) ma a cui, al momento, sono legati gli ultimi spiragli di nuotare al coperto, in tutte le stagioni. Dall’altra, ci sono gravi ritardi nella manutenzione dell’impianto ex-Enal, che anche quest’anno aprirà con grave ritardo (sempre che apra). Dopo quattro anni, questa giunta non è ancora riuscita a muovere un passo sulle piscine, siamo praticamente fermi al punto di partenza!

Della stessa gravità è il problema della pulizia della città. Nonostante le rassicurazioni date ai vercellesi (della serie “nel 2017 l’Amministrazione ha tardato ad assegnare l’appalto per la pulizia delle erbacce, la cosa non si ripeterà più”) con l’arrivo della primavera, ecco l’erba crescere di nuovo sui marciapiedi. Non passerà molto tempo prima di ritrovarci esattamente al punto di partenza! Anche qui.

E speriamo che i controlli su Atena siano finalmente avviati. Perché se è vero che, sull’incalzare della Class Action promossa da Siamo Vercelli con quasi mille firme di cittadini, Atena-ASM ha finalmente rilasciato la Carta dei Servizi, è anche vero che questo non basta per garantire strade pulite, cassonetti in ordine e cestini svuotati.

Senza parlare dei progetti più sfidanti, come quello per il recupero periferie. Adesso che i soldi da Roma sono arrivati, bisognerebbe avviare i progetti. Ma sono capaci a farlo? Secondo noi, no. E questa incapacità diventa clamorosamente evidente quando ci sono tutte le condizioni favorevoli, a partire dai soldi. Non ci sono più alibi, bisogna agire, progettare, realizzare. Troppo davvero per questa Amministrazione.

 

 

Condividi questo contenuto
  • 20
  •  
  •  
  •  

Puliranno la città finalmente?

Vercelli, 10 novembre 2017

Vuoi vedere che, alla fine, si muovono e puliscono la città? Vuoi vedere che l’azione di SiAmo Vercelli, lanciata durante l’estate con il supporto di centinaia di cittadini, che hanno sottoscritto la nostra class action, sortisce qualche effetto?
Sembra così a leggere la nota con cui il sindaco ci informa di aver proceduto, proprio a seguito della diffida inviata da SiAmo Vercelli, a sollecitare Atena perché “risolva le anomalie evidenziate”.

Ne prendiamo atto con un filo di soddisfazione e tanta attesa.
Soddisfazione perché abbiamo fatto centro: i vercellesi hanno diritto a una città pulita e a un servizio adeguato da parte del Comune, che riscuote la TARI, e di Atena, che è il concessionario del servizio. Quel diritto non può essere negato né affogato nelle prime sommarie e confuse risposte di Atena. L’ha capito anche l’Amministrazione: pur a malincuore, ha dovuto chiamare Atena-Iren al rispetto degli impegni verso la città. “Provvedere con urgenza!” – recita la lettera del Comune ad Atena.
Tanta attesa perché tra il dire e il fare passa tutta la difficoltà di questa Amministrazione a combinare qualcosa di concreto, al di là delle dichiarazioni e degli annunci. Questa volta, però non potrà fare ammuina: a dicembre scadono i termini della diffida, ai sensi del decreto legislativo n. 198 del 20/12/2009, perché siano ripristinate condizioni di pulizia e di vivibilità della città. Se si arriverà lì senza aver risolto i problemi che abbiamo contestato (erbacce, cassonetti, carta dei servizi), allora partirà il ricorso al TAR.

Nel suo piccolo, che tanto piccolo non è perché riguarda un problema grande come il decoro e la pulizia della città, la vicenda dimostra che, quando si mettono insieme energie e competenze, è possibile rimuovere le incrostazioni di arroganza e di indifferenza di chi gestisce i nostri servizi, considerandoci non cittadini-clienti da rispettare ma mucche da mungere. E’ una speranza di rivoluzione a cui non rinunciare.

“Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi e impegnati possa cambiare il mondo. In verità, è l’unica cosa che è sempre accaduta.” – Margaret Mead, antropologa.

 

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

AL VIA LA CLASS ACTION CONTRO IL COMUNE

Vercelli, 2 settembre 2017

Dopo le iniziative di denuncia della sporcizia in cittA�, A? partita ufficialmente la class action di SiAmo Vercelli a difesa del diritto dei cittadini ad una cittA� pulita e decorosa.

Il 16 agosto, abbiamo, infatti, inviato due lettere di diffida, una indirizzata al Sindaco e l’altra al Presidente di Atena.

Al Sindaco del Comune di Vercelli chiediamo il ripristino urgente della corretta erogazione del servizio di igiene ambientale, in particolare sulla pulizia della cittA� dalle erbacce che invadono marciapiedi e strade.
Vale, infatti, la pena ricordare che, da gennaio 2017, questo servizio A? stato stralciato dal contratto con Atena e preso in carico direttamente dal Comune. Per poi non essere svolto da nessuno, tanto che la cittA� intera si A? trasformata in una selva disordinata e sciatta. 
La messa in mora del Comune comprende, inoltre, la richiesta che esso torni ad esercitare l’indispensabile funzione di controllo di Atena, che si occupa di tutti gli altri servizi di igiene ambientale, cosA� da assicurare i livelli e le condizioni di servizio adeguati alle esigenze della popolazione.

Al Presidente di Atena, denunciamo la costante violazione degli obblighi contenuti nella carta dei servizi, pubblicata on line sul sito di Atena (http://www.atenaspa.net/Igiene-Ambientale/Carta-dei-servizi.html) che definisce gli standard di qualitA� garantiti ai cittadini. In particolare, la diffida fa riferimento alla fruibilitA� dei cassonetti, troppo spesso straboccanti di rifiuti, alla pulizia delle aree circostanti i cassonetti stessi e al decoro e alla funzionalitA� dei contenitori, molti dei quali sono sporchi e non funzionanti.
La violazione, da parte di Atena, degli standard di qualitA� contrattuali causa il degrado del decoro cittadino, che si manifesta – come abbondantemente documentato dai giornali – in sporcizia diffusa, topi vicini ai cassonetti, stato di abbandono e incuria.

Con le due lettere, abbiamo diffidato sia il Comune che Atena ad effettuare, entro novanta giorni, tutti gli interventi utili al ripristino della corretta erogazione dei servizi. DopodichA�, se questi interventi non saranno realizzati oppure non saranno sufficienti, procederemo con il ricorso amministrativo al TAR.

Si tratta di una��iniziativa non solo legittima, come prevede il decreto legislativo 20/12/2009 n. 198, ma doverosa, a difesa dei diritti dei cittadini di Vercelli.
Ed A? proprio ai cittadini che rivolgiamo il nostro appello affinchA� sostengano la class action: a partire da mercoledA� 6 settembre, la sede di via San Paolo 19 di SiAmo Vercelli A? a disposizione per la raccolta di firme (dalle 17.30 alle 19.30); e cosA� per i successivi mercoledA� di settembre e ottobre.
Sabato 16 settembre e sabato 21 ottobre, poi, saremo in piazza Cavour con un gazebo per illustrare la��iniziativa a tutti gli interessati e raccogliere il loro consenso.

Condividi questo contenuto
  • 28
  •  
  •  
  •  

TOUR DELLE ERBACCE: LETTERA AL SINDACO

Vercelli, 17 luglio 2017

Questa A? la lettera che abbiamo consegnato al Sindaco sabato scorso, 15 luglio, dopo la quarta puntata del tour delle erbacce.

Gentile Sindaco
oggi le portiamo il frutto simbolico del lavoro di un team di circa trenta volontari che, nelle giornate di giovedA� 6, domenica 10, mercoledA� 12 e oggi, sabato 15 luglio, ha pulito alcune zone della cittA�: piazza del Tribunale, via Duomo e via Mella, piazza Galilei e dintorni, corso De Rege, alla��altezza della��incrocio con corso Bormida. Si tratta di zone infestate, come molte altre, da erbacce di ogni tipo.

Quella promossa da SiAmo Vercelli A? un’iniziativa che vuole denunciare il degrado della cittA�. Ea�� una��iniziativa che non vuole di certo essere alternativa e neppure integrativa del servizio di pulizia che i vercellesi pagano con fior di tasse e che deve fare Atena! Atena che riteniamo corresponsabile con la Sua Amministrazione dello stato indecente di sporcizia e incuria della cittA�.

PerA? vuole anche dimostrare che, dove ca��A? impegno e volontA�, ci sono risultati. Risultati che i passanti e le persone che ci hanno visti alla��opera hanno apprezzato. PerchA� una cittA� pulita piace a tutti. Un luogo sporco e infestato dalla��erba dA� un senso di abbandono e malessere.

Quindi, la��azione, che abbiamo chiamato il Tour delle erbacce, proseguirA� e i prossimi appuntamenti sono fissati mercoledA� 19 e sabato 22 luglio. E andremo avanti finchA� il Comune e Atena non metteranno mano al problema.

Ora andremo a consegnare i quattordici sacchi pieni della��erba, che abbiamo raccolto sui marciapiedi e nelle strade, al Centro Multi Raccolta, sulla strada per i Cappuccini. Non si tratta di rifiuti nostri personali ma di rifiuti raccolti da volontari in spazi pubblici. Immaginiamo che sia una casistica che Atena contempla, visto che non A? lei a fare questo lavoro.

 

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

TOUR DELLE ERBACCE: SIAMO PASSATI ALL’AZIONE

Vercelli, 10 luglio 2017

GiovedA� 6 e domenica 9 luglio, armati di palette, scope e zappe, abbiamo cominciato il tour delle erbacce, intervenendo in piazza del Tribunale, via Mella e la parte finale di via Duomo.
Chi A? passato e ci ha visti alla��opera, ha commentato con favore e incoraggiamento. GiA�, perchA� siamo tutti consapevoli che non tocca ai volontari la pulizia della cittA� e che paghiamo le tasse perchA� il Comune provveda, perA? allo stesso tempo, in assenza di ogni attivitA� o risposta del Comune, bisognerA� pur fare qualcosa!

CosA� SiAmo Vercelli si A? messa in azione in maniera concreta: pulizia dei marciapiedi e azioni in Consiglio comunale.
Da una parte strappavamo la��erba e la mettevamo in sacconi, che consegneremo al Sindaco nei prossimi giorni, dall’altra protocollavamo una��interrogazione e una mozione. Con queste, invitiamo il Sindaco a riferire sullo stato delle erbacce in cittA�, sul contratto di servizi che ca��A? tra il Comune e Atena, sulla soddisfazione circa i risultati di questo servizio svolto da Atena. E sulle azioni, casomai fossero state intraprese a nostra insaputa, per tutelare il Comune verso inadempienze vistose da parte del fornitore del servizio.

PiA? di un dubbio ci affligge, perA?: ma in Comune, qualcuno controlla la��operato di Atena? qualcuno va in giro a verificare se le strade e i marciapiedi sono puliti, o semplicemente percorribili dai cittadini? Qualcuno guarda se i tombini scaricano quando piove oppure sono pieni di erba? qualcuno in Comune si interessa di quel che pensano i vercellesi?
Non sembra un compito difficile: tenere in ordine e pulita la casa A? qualcosa che ognuno di noi fa abitualmente. Possibile che non ci riesca chi si vanta di aver portato Amazon in cittA�?

Bando alle ciance, noi torniamo in campo in settimana per la terza e quarta puntata del tour delle erbacce. Il ritrovo A? davanti alla nostra sede di via San Paolo, rispettivamente alle 17.45 di mercoledA� 12 e alle 8.45 di sabato 15 luglio. La��invito A? a tutti quelli che non si arrendono e vogliono cambiare (il mondo).

Condividi questo contenuto
  • 42
  •  
  •  
  •  

LA CITTA’ E’ UNA GIUNGLA

Vercelli, 1 luglio 2017
 
Erbacce ovunque, marciapiedi simili a sentieri di campagna, aiuole che sono una giungla.
In questi giorni, abbiamo fatto un reportage fotografico del degrado urbano: la situazione, guardata con attenzione, A? persino peggiore di come la si vede passando per strada!
Pensare che tenere pulita la cittA� sembra una cosa facile, anche per chi, come questa Amministrazione, non ha la minima capacitA� progettuale. E se la��erba cresce ovunque, basta che il sindaco tiri sA? il telefono e chiami Atena: si tratta di far rispettare un contratto per la manutenzione, la pulizia e il decoro che esiste e che impegna Atena stessa! Ea�� difficile da fare?
Eppure da mesi tutti i vercellesi si lamentano del degrado e nessuno interviene.
 
A questa conclamata incapacitA� di fare alcunchA�, Siamo Vercelli ha deciso di reagire, accompagnando la sacrosanta denuncia di una cittA� mai cosA� sporca, con alcuni interventi e azioni, a partire dalla proposta di porre mano direttamente, come cittadini, alla pulizia e alla disinfestazione dalle erbacce.
Invitiamo tutte le persone di buona volontA�, che hanno un poa�� di tempo da dedicare, a provvedere alla pulizia dei marciapiedi vicini a casa propria. Tutti noi faremo altrettanto, metteremo a disposizione gli attrezzi utili e ci faremo carico di pulire aree pubbliche: giovedA� 6, domenica 9, mercoledA� 12 e sabato 15 sono le prime date in cui saremo in giro a strappare erbacce e arbusti.
Chi vuole unirsi, A? benvenuto (potete contattarci a info@siamovercelli.it e 346.6273458).
 
a�?Non dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi e impegnati possa cambiare il mondo. In veritA�, A? la��unica cosa che A? sempre accaduta.a�? – Margaret Mead, antropologa

Condividi questo contenuto
  • 36
  •  
  •  
  •