Archivi tag: Fondazione CRV

L’ultima puntata del papocchio “Piano Strategico”

Schermata+2015-03-25+alle+17.07.50[1]

Vercelli, 13 marzo 2016

La questione della��affidamento dei lavori del Piano Strategico, A? stata, fin da subito, uno dei motivi che ci ha portato a constatare la��incompatibilitA� tra SiAmo Vercelli e il sindaco Forte.

Avevamo fin dal principio rilevato che:

  1. Mecenate90 avrebbe potuto, semmai, candidarsi per curare UNA PARTE del piano strategico (viste le sue competenze e referenze, limitate alla sfera della cultura)
  2. Per la��importanza del lavoro (il Piano Strategico ci vuole, ed A? un lavoro importantissimo per il futuro della cittA�) un bando pubblico sarebbe stato importantissimo per poter selezionare il meglio per Vercelli
  3. Per la dimensione del lavoro (si parla di oltre 200mila Euro) un bando pubblico sarebbe stato obbligatorio per legge

Il Sindaco, nascondendolo a tutti, perfino alla sua stessa giunta (non solo al ViceSindaco Perfumo, assessore allo sviluppo, ma anche agli assessori dello stesso PD) aveva invece proceduto a coinvolgere Mecenate90.

Lo fece dando prova di una totale mancanza di rispetto istituzionale (verso gli assessori della sua giunta), politico (verso le forze che la supportavano, incluso il suo stesso partito) e anche personale (nascondendo il suo operare ai suoi collaboratori quotidiani)

E lo fece appoggiandosi a una bizzarra triangolazione: aveva richiestoA�che una cospicua parte dei fondi che la Fondazione Cassa di Risparmio erogaA�ogni anno al Comune (nel 2014, ad esempio, fu fondamentale il contributo per poter dotare le scuole cittadine del sostegno agli studenti disabili) fosse invece rediretta a Confindustria, e che Confindustria incaricasse direttamente Mecenate 90. Evitando in tal modo al Comune una gara pubblica obbligatoria.

Centinaia di migliaia di euro annuali in meno al Comune, che finivano a Mecenate 90.

Fu questa (sia per i modi che per i contenuti) la goccia che fece traboccare il vaso e portA? alle dimissioni degli Assessori di SiAmo Vercelli dalla Giunta e al passaggio alla��opposizione da parte del movimento.

Totale assenza di trasparenza, addirittura nei confronti dei suoi stessi Assessori; selezione di un fornitore a�?moncoa�? nelle competenze rispetto alle necessitA� di stendere un piano strategico che non puA? che comprendere (anzi, deve SOPRATTUTTO comprendere) il rilancio economico, e non solo culturale, della cittA�; rifiuto di affidarsi a un bando pubblico per portare a bordo un partner scelto a priori.

Al tempo in pochi ci ascoltarono. Per molti, eravamo i partner capricciosi che se ne andavano senza dimostrare lealtA� al Sindaco.

Oggi, dopo qualche mese, i fatti parlano chiaro e confermano tutte le nostre rimostranze della prima ora: i risultati sono modesti, la bizzarra triangolazione (prima negata o taciuta) A? nota a tutti, ed A? la stessa Confindustria a dire a�?BASTAa�?.

Resta da capire quali siano stati i motivi per cui il Sindaco abbia scelto di a�?forzarea�? a tutti i costi, e in maniera cosA� poco lineare, la scelta fallimentare di Mecenate90.

Per questo, ricorreremo a tutti i mezzi (incluse la Corte dei Conti e la��AutoritA� Nazionale Anticorruzione di Raffaele Cantone) per far luce definitiva.

Condividi questo contenuto
  • 11
  •  
  •  
  •  

Un progetto per il Sant’Andrea. Ora serve dare seguito con atti concreti.

LuoghiDelCuore

Vercelli, 26 novembre 2015

GiovedA� 19 novembre il FAI ha comunicato i risultati della seconda fase del concorso nazionale a�?I Luoghi del Cuorea�?, che A? consistita nel valutare i migliori progetti di restauro o valorizzazione dei monumenti piA? votati durante la prima fase del concorso. Il budget a disposizione era limitato ad un massimo di 30 mila euro per ciascun progetto e questa��ultimo doveva anche essere cofinanziato al 30% con la��intervento di donatori esterni.

Tra 103 progetti presentati su scala nazionale ne sono stati scelti 15 e, tra questi, quello ideato dal team di SiAmo Vercelli per la��Abbazia di Santa��Andrea, A�in collaborazione con Enrico Demaria di Vercelli Amica e in coordinamento con la Presidentessa del FAI di Vercelli, Arch. Maria Bice Sartoris.

Tra i donatori esterni, hanno dato il loro appoggio la Fondazione CRV, Atena SpA, Unione Interprovinciale Agricoltori di Vercelli e Biella, ATL Valsesia e Risi&Co.

Ea�� evidente a tutti che il Santa��Andrea ha bisogno di significativi restauri ma, con il budget a disposizione per questo bando, non si sarebbe potuto mettere mano nemmeno ad una singola volta del complesso.

Il bisogno di restauri, inoltre, non A? la��unica emergenza della��Abbazia.

La��altra vera emergenza A? che i vercellesi hanno tra le mani uno dei piA? importanti monumenti da��Italia e non stanno facendo abbastanza per valorizzarlo e farlo conoscere al mondo. Ca��A? qualche associazione, come ad esempio la��Associazione Chesterton, che svolge da alcuni anni una meritoria attivitA� di divulgazione, ma A? fondamentale unire le forze e fare di piA?.

Il visitatore che oggi volesse visitare la��Abbazia non ha a disposizione nulla che gli spieghi la��importanza del luogo che sta visitando e deve avvalersi di guide tascabili spesso inadeguate, basate su una storiografia modesta, copiata sempre dalle stesse fonti.
La veritA�, infatti, A? che della nostra Abbazia si sa ancora poco, mentre occorrerebbe indagare maggiormente nella sua storia che A? ricchissima e che, se opportunamente presentata e raccontata, sarebbe in grado di attirare molti piA? visitatori, a beneficio anche degli altri monumenti della nostra cittA�.

Per massimizzare il ritorno di un budget limitato, abbiamo quindi deciso di puntare su un progetto che contribuisse alla valorizzazione del nostro monumento piA? caro.

La��idea di un sistema multimediale avrA� la��obiettivo di far conoscere il Santa��Andrea al mondo intero e di attirare sempre piA? visitatori.

Grazie al FAI, questa iniziativa ha giA� portato dei risultati concreti: nei prossimi giorni il nostro Santa��Andrea sarA� pubblicizzato su scala nazionale come mai A? stato fatto.

PiA? visitatori e maggiore attenzione mediatica sono premesse importanti per rendere possibile la��arrivo di quelle risorse finanziarie che sono indispensabili per i restauri. Ea�� sufficiente guardare cosa fanno i conservatori dei monumenti piA? importanti nel mondo per capire che A? cosA�.

In questo filone si innesta la mozione di SiAmo Vercelli, approvataA�all’unanimitA� dal Consiglio Comunale, volta a istituire laA�Fabbrica del Sant’Andrea, per la sua conservazione e valorizzazione.
Sono passati ormai diversi mesi. Occorre cheA�la giunta, che deve dare seguito alla cosa, si attiviA�nei tempi piA? brevi possibili.

Insieme al Sindaco e a quanti hanno dato il loro contributo, A? stato deciso di organizzare una conferenza stampa per oggi alle 18:30 in Comune, dove verrA� illustrato la��intero progetto.

 

Condividi questo contenuto
  • 33
  •  
  •  
  •