Archivi tag: Gibin

Indebitati per i prossimi 30 anni: purtroppo, “noi l’avevamo detto”…

Vercelli, 27 maggio 2015

Indubbiamente il bilancio 2014 è stato il più difficile degli ultimi anni, sia a causa del taglio dei trasferimenti statali, sia per la crisi economica di questo periodo che ha purtroppo inciso, aumentando il numero di persone e famiglie che necessitano di supporto economico da parte delle istituzioni locali, sia, infine, per la situazione ereditata dalle precedenti amministrazioni.

Lo abbiamo ricordato, per primi, in campagna elettorale (quando tutti amano evitare gli argomenti scomodi come questi, perché non portano voti), con una prima stima per difetto, basata sui documenti disponibili a tutti pubblicamente.

E poi, ancora, più volte dai banchi del Consiglio Comunale: la situazione ereditata, soprattutto relativamente ai residui attivi, ovvero i crediti di dubbia o difficile esigibilità, iscritti come attivo di bilancio dalle precedenti amministrazioni, è molto pesante.

Consapevolmente e con senso di responsabilità, gli ex-assessori al bilancio, espressione di SiAmo Vercelli, Alberto Gibin prima, ed Elena Delsignore poi, hanno affrontato la difficile situazione, ponendosi come primo obiettivo quello di mettere in sicurezza, per quanto possibile, i conti del Comune, non solo per l’esercizio corrente ma anche per quelli successivi, ampliando il fondo di riserva e operando una “pulizia” di tali poste.

E il raggiungimento dell’obiettivo emerge chiaramente se si valutano alcuni parametri relativi al bilancio consuntivo 2014, in cui appare chiaro come l’incidenza di tali residui, fortunatamente, presenti una significativa flessione rispetto agli anni precedenti.

In base alla nuova normativa contabile, infatti, in vigore dal bilancio 2015, i residui derivanti dagli anni precedenti dovranno essere registrati in un apposito fondo da “spalmare” sul prossimo trentennio. Ed è proprio di questi giorni, la notizia secondo cui, i crediti di difficile esazione ammontano a oltre 16 milioni di euro.

Tale importo, derivante dalle “allegre” gestioni delle amministrazioni passate, che iscrivevano come ricavi, crediti che ben difficilmente si sarebbero potuti poi esigere (imposte, multe, contributi, etc…), peserà sui cittadini vercellesi, di oggi e di domani, per i prossimi 30 anni, per oltre 500 mila euro all’anno, togliendo, per questo lungo periodo, significative risorse che avrebbero potuto essere impiegate più proficuamente, basti pensare al sociale, alla ormai cronica carenza di piscine, mal manutenute e lasciate deperire, e alla situazione di alcuni dei nostri monumenti più rappresentativi, tanto per fare alcuni esempi.

Le responsabilità politiche di chi ha determinato questa situazione sono evidenti a tutti: sono da imputare sia a chi ha governato fino all’anno scorso e che adesso strepita sul mancato rispetto delle regole, pretendendo di impartire lezioni di trasparenza, sia a chi, per anni, ha fatto finta di fare opposizione, non denunciando con forza questi fenomeni.

Tristemente, non ci resta che osservare che almeno “noi l’avevamo detto…”

——

Link al Comunicato durante la Campagna Elettorale Comunali 2014

Link all’Intervento dell’ex-Vice Sindaco Perfumo in Consiglio Comunale

 

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

CONFERENZA STAMPA SULL’AMPLIAMENTO DELLA GIUNTA

COMUNICATO STAMPA

La Conferenza Stampa di SiAmo Vercelli sul recente ampliamento della Giunta annunciato dal Sindaco Maura Forte

Vercelli, 22 novembre 2014

SiAmo Vercelli aveva chiesto recentemente al Sindaco un “cambio di passo”, con un rafforzamento della giunta attraverso l’assegnazione delle deleghe più legate allo sviluppo della città – principalmente Sviluppo Economico, Urbanistica e Lavori Pubblici.

Il Sindaco e i partner di maggioranza si sono trovati essenzialmente d’accordo su questa esigenza e la nuova configurazione di Giunta appare strutturata per lavorare in questa direzione.

SiAmo Vercelli ha ritenuto che, in una configurazione nuova che interpretasse correttamente la richiesta di cambiare marcia, fosse necessario rendersi disponibili con un impegno diretto di Alberto Perfumo, la propria figura più rappresentativa, sui temi più spiccatamente legati allo sviluppo della città, temi su cui il nostro movimento si era particolarmente speso durante la campagna elettorale.

SiAmo Vercelli ha insistito da subito in particolare sul fatto che i temi dello sviluppo economico sono legati a doppio filo a quelli dello sviluppo urbano. “Unire lo sviluppo economico a quello urbano è necessario – ha affermato Alberto Perfumo – solo lavorando su questi due fronti in maniera parallela e coordinata si può lavorare bene.”

Urbanistica e Sviluppo Economico – che comprende tutte le attività produttive: industriali, artigianali, commerciali, e gli insediamenti produttivi, il marketing del territorio, il turismo e la promozione della città – sono decisivi per Vercelli: negli ultimi anni, i Sindaci hanno tenuto per sé queste deleghe.

Quindi, grande responsabilità da parte di SiAmo Vercelli ad assumere questo impegno e grande fiducia da parte del Sindaco e dei partner di maggioranza nell’affidarlo.

“Il lavoro che mi aspetta sarà sfidante ma anche molto interessante – ha aggiunto Perfumo – Rilanciare l’economia e governare la complessità è la sfida principale delle città del futuro. Il compito non mi spaventa perché non sarò solo, mi avvarrò di una squadra di collaboratori volontari, persone del nostro movimento, come quelle già attive da mesi sui temi della preparazione di Vercelli ad Expo 2015. Conto soprattutto in un rapporto di grande collaborazione con il dirigente e gli impiegati del settore: è il lavoro di squadra che può fare la differenza.”

Insieme ad Aberto Perfumo farà il suo esordio in Giunta il nuovo assessore a Bilancio e Patrimonio, Elena Delsignore, commercialista con grandi competenze su patrimonio e settore immobiliare.

Queste caratteristiche permetteranno una stretta collaborazione con Alberto Perfumo proprio nella valorizzazione del patrimonio comunale.

Elena Delsignore prende il posto di Alberto Gibin, che ha offerto al Sindaco le proprie dimissioni sulla base di considerazioni proprie e personali: ha ritenuto completato, non senza fatica, il suo compito.

Alberto Gibin ha tenuto a confermare al Sindaco, a SiAmo Vercelli, e a Elena Delsignore in particolare, tutto il suo apporto volontario per contribuire, fino a fine mandato, all’opera di messa sotto controllo del bilancio comunale. Con immutata convinzione, caparbietà, competenza e rigore.

È, questo, un altro esempio di come SiAmo Vercelli interpreta il proprio ruolo: il contributo coordinato dei singoli nel totale spirito di servizio e la disponibilità alle responsabilità senza fini personalistici o carrieristici.

In aggiunta alle nuove deleghe Assessorili, Maura Forte assegnerà a SiAmo Vercelli la delega del Sindaco per le tematiche di “Innovazione e Vercelli Smart City”. L’incarico, a titolo gratuito, sarà assegnato a Stefano Sarasso, che, come nel caso di Perfumo, sarà a sua volta coadiuvato da una squadra multidisciplinare di volontari.

 

Inoltre, con la nomina ad assessore, Alberto Perfumo lascerà il consiglio comunale, dove gli subentrerà Cristiano Sirianni, il candidato più votato della lista SiAmo i Giovani.

SiAmo Vercelli va particolarmente fiera di questo passaggio, che è in realtà simbolico, in quanto il seggio che occuperà Cristiano Sirianni è quello che la lista SiAmo i Giovani si era autonomamente aggiudicata alle scorse elezioni e che, solo per via dei meccanismi della legge elettorale, era stato assegnato ad Alberto Perfumo nella sua qualità di candidato sindaco non eletto.

SiAmo Vercelli ritiene l’ingresso in Consiglio Comunale di Cristiano Sirianni un evento significativo, che verosimilmente non ha precedenti in Italia: una lista civica, interamente composta da giovani (32 candidati su 32, con età media inferiore ai 25 anni), nata da zero a meno di tre mesi dalle elezioni, senza simboli o traini di partito, elegge un consigliere di maggioranza nel consiglio comunale di una città capoluogo di Provincia. SiAmo Vercelli si congratula con Cristiano Sirianni e tutti gli altri candidati della lista SiAmo i Giovani.

Infine, in Consiglio, il ruolo di Capogruppo di SiAmo Vercelli, finora ricoperto da Alberto Perfumo, passerà a Gian Luca Zanoni.

Il movimento esprime a tutti gli auguri di buon lavoro nelle loro nuove responsabilità.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

TRASPARENZA NEI CONFRONTI DEI CITTADINI

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli lavora per la trasparenza nei confronti dei cittadini

Vercelli, 13 settembre 2014

Desideriamo mettere un po’ d’ordine sul dibattito che riguarda i bilanci del comune e delle società Atena che si è recentemente sviluppato anche sugli organi di stampa vercellesi.

Desideriamo farlo da un lato per ristabilire la verità su alcuni aspetti chiave, che riguardano dati fattuali e non soggettivi, e dall’altro per chiarire, qualora ce ne fosse ancora bisogno, qual è da sempre l’intenzione del nostro movimento rispetto al tema della trasparenza nei confronti dei cittadini.

SiAmo Vercelli, sia nelle sue componenti consigliari che nella persona dell’assessore Alberto Gibin, provvederà, come già annunciato, a sfruttare tutte le prerogative che la legge loro assegna per consentire le opportune verifiche sulle poste di bilancio, in particolare sui residui attivi.

La decisione, tutta politica, è stata quella di affidarsi alla Commissione Consigliare numero 1, competente in materia di Bilancio, per effettuare le verifiche necessarie sui crediti vantati dal Comune attualmente a bilancio e in particolare sulla loro reale esigibilità.

Totale desiderio di chiarezza, quindi, e determinazione nel fare luce su tutti gli aspetti che lo richiedono.
Come promesso, e come nel nostro DNA.

Non riusciamo quindi a comprendere recenti prese di posizione da parte dell’Associazione Società Futura, a cui pure ci siamo resi disponibili e ci continueremo a rendere disponibili con volontà di ascolto e collaborazione.

Per quanto riguarda i rapporti di debito/credito con le principali società partecipate (ovvero la “galassia Atena”) l’azione dell’amministrazione ha portato durante l’estate a ridimensionare in maniera decisiva le posizioni aperte rispetto al 31/12/2013

Le cifre apparse in questi giorni su alcuni organi di stampa su stimolo dell’associazione Società Futura tengono conto solamente dei rapporti di debito tra Atena SPA e il Comune, dando così una rappresentazione della realtà errata. Sono invece importanti, e lo sono sostanzialmente, i rapporti che coinvolgono Atena Patrimonio SPA, e che l’Assessore Gibin ha ritenuto di voler approfondire prima dell’approvazione dei bilanci 2013.

I debiti del Comune verso Atena rilevati al 31/12/2013, di oltre 10 milioni, che sono comparsi in maniera roboante sugli organi di stampa in questi giorni, sono infatti già stati quasi completamente onorati, in una normale logica di poste correnti, al punto che al 31/8/2014 si sono ridotti a meno di 400 mila euro.

È stata inoltre messa in atto una operazione di semplificazione e chiarezza, che appena insediati l’Assessore e l’Amministrazione hanno ritenuto doverosi e che hanno consentito di risolvere vertenze tra il Comune e le sue controllate (il comune detiene rispettivamente l’85% di Atena Patrimonio SpA e il 60% di Atena SpA) che perduravano da anni.

E che si erano irrigidite al punto da portare a situazioni paradossali come bilanci del comune e delle proprie controllate incredibilmente in contraddizione tra di loro, e addirittura all’apertura di un contenzioso legale tra il comune e Atena Patrimonio SpA di cui il Comune, appunto, detiene l’85%.

Un Comune in guerra con se stesso ! Quale follia !

Per non parlare dei costi interni e di assistenza legale che questa situazione si portava dietro !

Chiarezza, quindi, e presa d’atto dei dati nudi.

Con coraggio, con serietà. Ma senza sensazionalismi, inutili alla città.

SiAmo Vercelli tiene in grande considerazione tutti i contributi e le richieste della società civile volti alla massima trasparenza. Sono, queste, voci preziose, che aiutano l’amministrazione e i consiglieri comunali nel loro lavoro di rappresentanti dei cittadini.

Serve però poi, da parte di tutti, applicare un metodo rigoroso e non urlato per conseguire questa trasparenza e questa chiarezza. Senza lasciare nulla di intentato o di non approfondito.

Chi ci ha dato fiducia, le forze sociali, le associazioni, e i cittadini più in generale possono stare certi che questa è stata e sarà sempre la nostra stella polare.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

APPROVAZIONE BILANCIO PREVENTIVO

COMUNICATO STAMPA

Approvazione del Bilancio Preventivo 2014 – I commenti dell’Assessore Gibin e del capogruppo di SiAmo Vercelli Perfumo

Vercelli, 9 settembre 2014

Si è concluso ieri, dopo due giorni di discussioni, il consiglio comunale dedicato all’approvazione del bilancio di previsione 2014.

“In teoria, la norma avrebbe lasciato ancora tempo per l’approvazione del bilancio, però non era affatto consigliabile” – dichiara Alberto Perfumo, capogruppo di SiAmo Vercelli. “Era come essere alla guida di un’auto che procedeva a fari spenti. In quale direzione l’aveva lanciata la giunta Corsaro?”

Quindi, anche se predisporre il bilancio di previsione in tempi così brevi era opera davvero ardua, l’assessore Gibin ha spinto perché non ci fossero ulteriori proroghe.

Una volta accesi i fari, scoprire in quale direzione fosse lanciata l’auto è stata un’amara sorpresa.

“Una mia prima valutazione – aggiunge l’assessore Gibin – ha evidenziato che nei primi sei mesi, quelli sotto la responsabilità dei precedenti amministratori, è stato impegnato il 64% circa della spesa corrente – al netto dei costi del personale. Di quel passo, si sarebbe speso molto di più di quanto è nelle disponibilità del Comune”.

“È stata una scelta da buoni amministratori? Una scelta rispettosa verso chi sarebbe succeduto? – ha chiesto Perfumo in Consiglio comunale – In assenza di un bilancio di previsione – ha aggiunto – la norma richiede che le spese non eccedano quelle dell’anno precedente (in dodicesimi della spesa annua per ogni mese); sapendo in anticipo che il Comune avrebbe incassato meno dallo Stato, sarebbe stato opportuno ridurre la spesa al di sotto di quella media del 2013. È quello che avrebbe fatto ognuno di noi in casa sua.

Nei prossimi giorni approfondiremo se ci siano della responsabilità, non vorremmo che qualcuno abbia fatto la campagna elettorale coi soldi dei cittadini”.

Ora che il bilancio è approvato, i fari dell’auto sono accesi e la velocità è sotto controllo. Ma, avendo un’inerzia legata alle scelte e agli impegni già presi, la direzione di marcia non è ancora quella della nuova amministrazione. Il sindaco lo ha ripetuto più volte durante il Consiglio.

“La marcia a tappe forzate per arrivare al bilancio a fine luglio ci ha impedito talvolta di scendere nei dettagli – continua Gibin – ma ciò non significa che non lo faremo, fin da domani”.

“Abbiamo chiesto di non aspettare il 2015 per correggere la direzione e dare un’impronta più nostra all’azione di governo. Si può tornare subito su alcuni capitoli di spesa e ci sono gli strumenti per intervenire: auspichiamo – ha concluso Perfumo – che si lavori per apportare al bilancio quelle correzioni che non si sono potute fare a luglio”.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

PD E SIAMO VERCELLI POSITIVI SUL BILANCIO DI PREVISIONE

COMUNICATO STAMPA

PD E SIAMO VERCELLI POSITIVI SUL BILANCIO DI PREVISIONE
Riconoscenti alla neo-formata Giunta per aver ben lavorato

Vercelli, 5 agosto 2014

 

In solo un mese l’amministrazione comunale ha deliberato il bilancio preventivo 2014. C’era l’obiettivo, molto ambizioso, che venisse licenziato dalla Giunta entro il 31 luglio 2014 e l’obiettivo è stato centrato, nonostante i termini di legge consentissero di arrivare al 30 settembre 2014.

La neo-formata Giunta ha dovuto fare i conti con una riduzione dei trasferimenti da Stato e Regione e con una spesa fortemente condizionata da scelte già operate nei primi sei mesi dell’anno.

È stato evidentemente messo in atto un grande sforzo per razionalizzare e contenere la spesa comunale, senza tuttavia intaccare il livello di servizi offerti alla cittadinanza, soprattutto quelli rivolti a chi oggi è più in difficoltà a causa della crisi economica.

Non sono stati apportati i famigerati tagli lineari, bensì sono state valutate puntualmente le spese, cercando di incidere su quelle non fondamentali e tutto il lavoro ha permesso di contenere la previsione di spesa corrente per l’anno 2014 sostanzialmente sullo stesso livello del 2013.

“Per supplire alle minori risorse provenienti da Stato e Regione – spiega Daniele Peila, segretario cittadino del PD – è stato necessario agire anche sul versante fiscale. Lo si è fatto cercando di minimizzare l’impatto sulle categorie più deboli e sulle realtà commerciali oggi più in difficoltà. L’Amministrazione – precisa Peila – ha scelto di non applicare la TASI sulle seconde abitazioni, così come su negozi e botteghe. E` una scelta che condividiamo, vista la congiuntura economica”.

Sulle prime abitazioni non di lusso sarà applicata la TASI allo 0,33%, riducendone l’impatto sui proprietari di abitazioni con rendita minore attraverso un meccanismo di detrazioni. Nonostante le notizie provenienti da altri Comuni circa aumenti per la tassa sui rifiuti (TARI, la vecchia TARSU o tassa “dei bidoni”) nell’ordine del 300% per le imprese, a Vercelli gli importi saranno sostanzialmente a livello dell’anno precedente (è previsto un incremento del 4% legato essenzialmente all’adeguamento Istat).

Sono state individuate risorse per esentare dal pagamento dell’addizionale comunale 860 vercellesi in più rispetto all’anno scorso. Pertanto più di 11.000 vercellesi saranno esentati dal tributo.

Sono state mantenute le agevolazioni per le unità immobiliari oggetto di nuovi impianti a fonte rinnovabile per la produzione di energia elettrica o termica per uso domestico, così come quelle relative alle abitazioni concesse in uso gratuito ai figli o ai genitori o per quelle concesse in locazione con contratto a canone concordato a titolo di abitazione principale.

“Il mio movimento, il Partito Democratico e chi li rappresenta in amministrazione comunale – sottolinea Alberto Perfumo, capogruppo di SiAmo Vercelli – sono abituati ad accettare le sfide, quelle difficili, e a mantenere le promesse e stavolta sono serviti coraggio, passione e tanto, tanto lavoro.  Lo ribadiamo nuovamente: non solo nessun servizio ai cittadini è stato tagliato, ma neppure anche solo ridotto”.

“Questo è un bilancio transitorio – precisano Peila e Perfumo – e per l’anno prossimo siamo convinti di poter fare di più per dare una svolta decisiva al rilancio di Vercelli, ma già questo, per le tempistiche di approvazione, per l’assenza di tagli lineari, per l’attenzione alle fasce più deboli e alle aziende in difficoltà, è un segnale importante di rottura col passato. Siamo soddisfatti del lavoro impostato e ringraziamo il sindaco Maura Forte, l’Assessore al bilancio Alberto Gibin e tutta la Giunta”.

Daniele Peila                                                                  Alberto Perfumo

Segretario PD Vercelli                                             Segretario SiAmo Vercelli

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •