Archivi tag: nomine

Nuovo CdA di Atena: le nomine di Maura Forte saranno nell’interesse di Vercelli ?

Atena

Vercelli, 25 giugno 2016

Il 22 giugno, mercoledì, è scaduto il bando per la selezione dei tre consiglieri d’amministrazione di Atena di nomina del Comune.

Il buon senso vorrebbe che, per il bene di Vercelli, i nuovi consiglieri fossero scelti sulla base delle loro competenze ed esperienze e il più possibile autonomi rispetto agli influssi di IREN, nuovo azionista di maggioranza, e del PD. Questo perché non è affatto detto che gli interessi di IREN, e del PD, coincidano con quelli di Atena e della città di Vercelli.

La prova vitale è rappresentata dalla prossima gara del gas, destinata ad assegnare la distribuzione del gas a un ampio territorio interprovinciale. Alla gara è probabile che parteciperanno diversi soggetti e non è affatto scontato che Atena-IREN si aggiudichi il servizio.
Cosa può succedere?
Vale la pena osservare, come premessa, che la legge prevede che chi vince la gara, se è diverso dal gestore attuale, deve remunerarlo come indennizzo del servizio. Una sorta di risarcimento.

Prima opzione: Atena si aggiudica la gara.
Per certi versi, avrà avuto più senso l’operazione con cui il Comune l’ha ceduta ad IREN. Sarebbero, infatti, proprio le risorse di IREN a consentirci di remunerare gli attuali gestori sui territori che non sono oggi serviti da Atena.
Resta vero, però, che la (s)vendita di Atena non andava fatta così. Per dimostrarlo, basta osservare che in tal caso IREN potrà distribuire il gas nel nostro territorio, attraverso Atena, a un prezzo più basso di quanto avrebbe speso per risarcirci. La somma pagata per acquistare Atena è inferiore all’eventuale indennizzo.

Se la prima opzione è, quindi, solo in minima parte positiva, ben più grave è la seconda opzione: la gara la vince un altro operatore.
In tal caso, Atena sarebbe risarcita dal vincitore, che si prenderebbe il servizio di distribuzione su tutto il territorio. Entrerebbero in cassa tanti soldi! Ben di più di quelli previsti per lo sviluppo di Atena nelle famigerate Linee guida, sottoscritte a dicembre 2015 dal Comune, in cui non c’è nessun reale impegno da parte di IREN per il futuro di Atena.
Però, si badi, tutti questi soldi non avrebbero alcun vincolo di destinazione, non dovrebbero rimanere a Vercelli. Potrebbero tranquillamente finire, in massima parte, nelle casse di IREN. Di fatto impoverendo Atena, che si troverebbe senza clienti, servizio e soldi.
Una disfatta.

Ecco perché il Comune, che, nonostante i nostri suggerimenti prima e le vibrate proteste poi, si è già messo nelle condizioni di “non toccare palla” sul futuro di Atena, dovrebbe assolutamente nominare dei consiglieri di altissimo profilo, preparati e decisi a fare l’interesse di Vercelli.

Succederà? Oppure vedremo figure compiacenti, magari legate a doppio filo al PD?

Riusciranno Maura Forte e il suo partito a far prevalere, almeno una volta, l’interesse dei cittadini di Vercelli?
Lo sapremo presto.

Condividi questo contenuto
  • 18
  •  
  •  
  •  

SODDISFATTI PER LE NOMINE DI ATENA, METODO NUOVO E VALORIZZAZIONE DEI GIOVANI

COMUNICATO STAMPA

SiAmo Vercelli: “Soddisfatti per le nomine di Atena. Finalmente un metodo nuovo e la valorizzazione dei giovani”

Vercelli, 15 ottobre 2014

Un passo del primo punto del programma di SiAmo Vercelli recita: “Vogliamo che solo la competenza guidi le nomine: nella scelta degli incarichi di amministratori nelle società partecipate dal Comune, non devono essere seguite indicazioni ‘partitiche’, ma esclusivamente quelle legate alla competenza professionale e al merito individuale.”

Esprimiamo, pertanto, piena soddisfazione sulle nomine effettuate dal Sindaco, in relazione ai componenti del Consiglio di Amministrazione di Atena S.p.A.

Come più volte da noi sottolineato in campagna elettorale e successivamente in Consiglio Comunale, per la prima volta a Vercelli è stato seguito esclusivamente il criterio della meritocrazia e della competenza.

Per la prima sono state richieste ai cittadini candidature spontanee, supportate dai relativi curriculum.

Per la prima volta tali curriculum sono stati esaminati e selezionati e si è proceduto, quindi, da parte del Sindaco, ai colloqui finali per individuare e selezionare quelle che sono sembrate le candidature migliori sotto il profilo della competenza per il ruolo richiesto, al fine di comporre un Consiglio di Amministrazione multidisciplinare, dotato di un mix di esperienze complementari.

Rivendichiamo, non senza orgoglio, il fatto che a Vercelli non si sia mai vista una simile procedura per la determinazione delle nomine nelle partecipate del Comune.

Atena deve diventare un motore di innovazione e modernizzazione della città. Riteniamo che le persone selezionate, provenienti da esperienze importanti e con competenze complementari, potranno contribuire significativamente al rilancio dell’azienda.

—-

Per completezza di informazione, riportiamo di seguito un breve profilo dei nuovi componenti del CdA di Atena SpA.

 

Sandro Baraggioli

35 anni, ricercatore in ambito socio-economico, svolge attività di indagine e consulenza per conto di imprese private, enti pubblici, Fondazioni ex bancarie, Università e centri di ricerca. Negli anni ha focalizzato l’attività lavorativa sui diversi settori che compongono l’industria dei servizi pubblici locali analizzando gli impatti delle riforme sul sistema delle imprese, indagando il mercato nazionale e internazionale e i modelli di business delle maggiori imprese nei settori: energy, ciclo ambientale, servizio idrico integrato, trasporto pubblico locale. Da anni collabora con l’Università del Piemonte Orientale e prima con l’Università di Torino, l’Università di Parma e l’Università Cattolica di Piacenza all’interno di progetti di sviluppo locale in cui la dimensione della ricerca si declina in forma applicata per offrire supporto al policy making o agli indirizzi di impresa.

 

Francesco Bavagnoli

43 anni, Professore Aggregato dall’anno accademico 2006/2007 e Ricercatore confermato in Economia Aziendale dal 2002 presso la Facoltà di Economia di Novara dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale e attualmente titolare dei corsi di Revisione aziendale avanzato, Valutazione d’azienda e Strategia e gestione delle imprese familiari. Iscritto dal 2002 all’albo dei Dottori Commercialisti e al Registro dei Revisori dei conti, svolge da molti anni attività di consulenza alle imprese operanti nel settore industriale e finanziario, presso uno Studio professionale con sedi a Novara e a Milano, occupandosi di tematiche contabili, fiscali, societarie e gestionali.

 

Gian Luca Borasio

58 anni, laureato in ingegneria nucleare al Politecnico di Torino, inizia la sua attività presso Franco Tosi Industriale S.p.A. nell’ambito del progetto unificato nucleare. La sua esperienza prosegue in Sistemi di Energia S.p.A dove si occupa della realizzazione del piano di sviluppo industriale, portando la società ad operare direttamente nel settore della generazione e della vendita di energia. Dal 2013 è Amministratore Delegato di Errenergia, dopo esserne stato Direttore Generale, per 5 anni circa, e Amministratore delle sue controllate.

 

Pier Luigi Ranghino

59 anni, ha oltre 30 anni di esperienza in gruppi bancari internazionali ed è stato a capo di dipartimenti e membro di consigli di amministrazione di banche e finanziarie, in Italia e in molti altri paesi. Tra le varie esperienze, si è occupato di operazioni di start up di aziende e filiali, sviluppo e pianificazione strategica, organizzazione, ristrutturazioni aziendali e project management di aziende finanziarie.

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •