Archivi tag: rifiuti

I regali, a Vercelli, non finiscono mai

ECCO LE CIFRE DEL REGALO CONCLAMATO DI ATENA AD IREN, PROPRIO MENTRE IL SINDACO PROPONE UN AUMENTO VERTIGINOSO DELLA TARI

Vercelli, 20 marzo 2017

“Iren: utile 2016 balza a 174 mln (+47%), cedola oltre le attese a 0,0625 euro

giovedì, marzo 16, 2017 14:26

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Milano, 16 mar – Il cda di Iren ha approvato i conti 2016 che vedono ricavi a 3,283 miliardi (+6,1%), un mol di 814,2 milioni (+20,1%) e un utile netto di gruppo pari a 174 milioni (+47,2%). I debiti netti ammontano a 2,457 miliardi ma al netto del cambio di perimetro derivante dal consolidamento di Trm e di altre operazioni minori sarebbe calato di 147 milioni per un multiplo sull’ebit da di 2,7 volte. In ogni caso, sottolinea un comunicato, lo stesso multiplo e’ stato ridotto a 3 volte, ‘un risultato raggiunto in anticipo di 2 anni rispetto ai target di business plan’. Inoltre, si spiega, ‘il 2016 si e’ caratterizzato per la capacita’ del gruppo di sfruttare in maniera attiva le opportunità offerte da uno scenario energetico più favorevole del previsto, per il raggiungimento di importanti sinergie e per lo sviluppo derivante dal consolidamento di Trm Torino e Atena Vercelli’. Da rilevare anche la proposta di dividendo del cda, pari a 0,0625 euro per azione, in crescita del 14% (contro una crescita media annua stimata dal piano al 2021 dell’8%).”

SiAmo Vercelli aveva detto, a suo tempo, che nessuno si sarebbe presentato alla gara per i diritti inoptati dell’aumento di capitale di Atena. Semplicemente perché tutto, nella trattativa condotta dal Sindaco, era stato fatto in modo che Iren fosse l’unica interessata.

Il Sindaco aveva detto “Vedrete quanti saranno ! Vedrete quanti soldi per il Comune !”

Risultato: nessuno, e nessun soldo.
E Iren ha acquisito comodamente la maggioranza assoluta.

SiAmo Vercelli aveva detto che il prezzo di vendita era basso, il Sindaco aveva detto che no, che era un ottimo prezzo di vendita.

Risultato: Iren aumenta l’utile di quasi la metà, aiutata dallo “sviluppo derivante dal consolidamento di Trm Torino e Atena Vercelli”

Regalo annunciato e conclamato.
Che almeno i cittadini, che sono quelli che pagano, lo sappiano.

Un bravo a Iren, che ha condotto a suo totale vantaggio la trattativa con un Sindaco dimostratosi ancora una volta incapace a rappresentare i cittadini e i loro interessi.

Ora, in tema di rifiuti, il Sindaco ha proposto un aumento vertiginoso della Tari. Talmente sfacciato che anche nella maggioranza qualcuno mugugna e dice che non lo voterà mai.

La cronaca del voto in Consiglio ci dirà se, almeno questa volta, ai mugugni seguiranno i fatti, gli unici che contano.

O se invece tutto finirà, come è sempre stato, a tarallucci e vino: verranno cambiati due o tre dettagliucci di facciata, l’aumento passerà e magari chi mugugna si troverà presto una bella poltrona in un Consiglio di Amministrazione.

I regali, a Vercelli, sono come gli esami: non finiscono mai.

Intanto, li pagano i cittadini.

Condividi questo contenuto
  • 20
  •  
  •  
  •  

Rifiuti abbandonati, la posizione di SiAmo Vercelli nelle parole di Gian Luca Zanoni

Vercelli, 23 agosto 2015

Di seguito la lettera di Gian Luca Zanoni inviata ai Direttori dei media vercellesiA�a proposito del problema dei rifiuti abbandonati.

Gentile Direttore,

Le chiedo cortesemente ospitalitA� per alcune riflessioni sul perdurante problema dei rifiuti abbandonati che rendono Vercelli una cittA� sporca come mai A? stato in passato.

Negli scorsi giorni il Sindaco Maura Forte ha comunicato alla stampa di aver dato seguito alla segnalazione di alcuni cittadini relativamente ad alcuni rifiuti abbandonati in via Asmara, essersi recata personalmente sul posto, aver richiesto la��intervento di Atena dopo aver scattato fotografie da pubblicare sui social network e infine aver chiesto la��intervento dei vigili urbani, che hanno individuato i responsabili e li hanno multati.
Il Sindaco si A? compiaciuta di tutto ciA? e ne ha dato ampia pubblicitA�.

La��impegno del Sindaco non A? mai mancato. Come SiAmo Vercelli, gliela��abbiamo volentieri riconosciuto, privatamente e pubblicamente, in tutti questi mesi. Sono stati altri i motivi che ci hanno via via separato (e, faccio notare, non solo noi – questa Amministrazione ha tra gli altri il record di Assessori che si sono dimessi nel primo anno di Giunta): ci hanno separato un rapporto ondivago, non improntato alla chiarezza e soprattutto una clamorosa mancanza di progettualitA�.
SiAmo Vercelli aveva accettato la��apparentamento per una svolta vera, il Sindaco si A? presto rivelata piA? legata a logiche consolidate che a una politica nuova.

Nello specifico, A? pensabile che in una cittA� capoluogo di provincia si muova il Sindaco a far fotografie, a chiamare Atena per pulire i rifiuti oggi in via Tizio, domani in via Caio, a chiamare personalmente i Vigili per far multare i responsabili ? E normale che il Sindaco poi se ne vanti con la stampa ?
Queste sono cose che possono funzionare in un paesello di qualche centinaio di abitanti.

In realtA�, tutto ciA? A? la fotografia di una situazione fallimentare.

Primo, manca da mesi la��Assessore alla��Ambiente. Il Sindaco ha su di se un numero di deleghe infinito che neppure un monarca assoluto (impossibile, con tutte quelle responsabilitA�, seguirle tutte con efficienza e conseguendo risultati durevoli: infatti A? sempre a rincorrere emergenze)

Secondo, assumendo che Atena stia onorando regolarmente il proprio contratto di servizio con il Comune (e che cioA? la raccolta rifiuti avvenga con regolaritA�), la��unica spiegazione di una cittA� cosA� sporca A? la mancanza di osservanza delle regole da parte dei cittadini. Abbiamo quindi un problema di rispetto dei regolamenti comunali, e questi comportamenti vanno puniti. Con decisione, se serve a debellare il fenomeno.

Il Sindaco si A? compiaciuta del fatto che i responsabili siano stati multati.

Mi chiedo allora perchA� ha, nella��ultimo Consiglio Comunale, votato a sfavore, bocciandola, della mozione di SiAmo Vercelli finalizzata al contrasto alla��abbandono dei rifiuti nelle strade.
La mozione prevedeva la��aumento della vigilanza, utilizzando anche personale in borghese; la��applicazione a chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti della misura massima della sanzione prevista dal regolamento (500 euro, che in Consiglio il Sindaco ha giudicato troppo onerosa); prevedeva anche un meccanismo di inasprimento sanzionatorio per i recidivi e la��istituzione di un contatto per le segnalazioni da parte dei cittadini.
Cosa ci fosse di sbagliato, non mi A? dato capire.

Uno strumento importante in piA? per la Polizia Municipale, competente ad occuparsi del problema, in maniera regolare e continuativa. Il problema non puA? essere affidato al Sindaco che gira con la macchina fotografica (e cosa succede quando – si spera spesso – il Sindaco A? impegnata con incombenze piA? importanti ? Si possono abbandonare i rifiuti impunemente ?)

La bocciatura da parte del Sindaco appare piuttosto una scelta a priori: le proposte di SiAmo Vercelli vanno bocciate.
Prima, quando erano dentro, le si boicottava in silenzio, oggi, visto che non sostengono piA? la Giunta, le possiamo direttamente bocciare.

Da parte di SiAmo Vercelli non ci sarA� mai un atteggiamento pregiudiziale nei confronti della��Amministrazione: daremo il nostro contributo positivo quando a nostro avviso opererA� nella giusta direzione (il dossier Atena-IREN, recentemente discusso in Consiglio, A? un buon esempio); quando non sarA� cosA� ci opporremo, sempre argomentando nel merito e suggerendo modalitA� alternative.

Speriamo che il Sindaco esca dalla��assurdo atteggiamento di osteggiare a priori tutto ciA? che SiAmo Vercelli propone: nomini quanto prima un Assessore alla��Ambiente e dia seguito a misure strutturali e continuative per il contrasto alla��abbandono dei rifiuti nelle strade.

La cittA� ha bisogno, e i cittadini giustamente lo pretendono, di tornare ad essere pulita.
Servono interventi incisivi e strutturali, cambiamenti duraturi e regolari.
Non tour fotografici finalizzati a farsi pubblicitA�.

Gian Luca Zanoni
Capogruppo di SiAmo Vercelli in Consiglio Comunale

Condividi questo contenuto
  • 46
  •  
  •  
  •  

Il Sindaco e la nuova maggioranza bocciano la mozione per il contrasto della��abbandono dei rifiuti nelle strade

Vercelli, 31 luglio 2015

Riprendendo quanto scritto da un noto autore vercellese, proprio in questi giorni, una delle cose che i cittadini chiedono A? semplicemente quella di avere la cittA� pulita.

Ed A? incontestabile il fatto che Vercelli non lo sia, soprattutto negli ultimi mesi.

In diversi punti della cittA� vengono abbandonati rifiuti in modo indiscriminato e incivile. La��immondiziaA� cumulata nelle strade A? causa della proliferazione di colonie di topi nonchA�, se data alla combustione, come testimoniato direttamente da numerosi cittadini, della propagazione di fumi tossici che possono pregiudicare la salubritA� della��ambiente, oltre che il decoro urbano.

Anche SiAmo Vercelli, come la��autore citato, ritiene che, in primis, occorrerebbe controllare e sanzionare i cittadini maleducati che sporcano la cittA�.

Per questo motivo abbiamo presentato, nel Consiglio Comunale del 27 luglio scorso, una mozione che prevedeva di adottare misure preventive come la��acquisto di una o piA? telecamere mobili da installare, periodicamente, nei vari punti della cittA� e la��aumento della vigilanza, utilizzando anche personale in borghese, nei pressi delle zone piA? colpite da tali fenomeni.

Abbiamo chiesto, inoltre, in sintesi, di applicare, a chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti, la misura massima della sanzione prevista dal regolamento (500 euro), prevedendo un meccanismo di inasprimento sanzionatorio per i recidivi.

Le proposte sono state bocciate dal Sindaco Forte che ha, tra le sue numerosissime deleghe, anche quella della�� Assessorato alla��Ambiente. In Consiglio ha, infatti, affermato che telecamere e personale in borghese vengono giA� utilizzati e che una sanzione di 500 euro appariva troppo onerosa.

Tali affermazioni ci preoccupano ancora di piA? perchA�, se giA� esistono telecamere e personale in borghese, nessuno in cittA� se ne A? accorto: i risultati ci paiono assolutamente insufficienti, visto che Vercelli appare sempre piA? sporca e disordinata.

Non siamo neanche da��accordo sulla sottovalutazione della��aspetto sanzionatorio: chi sporca e lascia i suoi rifiuti in strada commette un illecito e quindi deve pagare.A� La tolleranza per questi incivili deve essere zero.

Non A? sufficiente, secondo noi, quanto ha suggerito il Sindaco durante il Consiglio, ovvero affrontate il problema con la��educazione dei cittadini al senso civico.

Tale aspetto A? certamente rilevante, ma va affiancato a misure preventive e sanzionatorie, altrettanto, se non piA?, importanti, per avere la certezza della a�?penaa�?: se si compiono atti incivili, si va incontro a una punizione sicura ed esemplare.

Una��altra proposta, contenuta nella mozione, era quella di attivare un indirizzo mail a cui segnalare, ad esempio tramite fotografie, condotte illecite compiute da persone, fornendo elementi per intervenire in modo efficace e circostanziato.

Anche questa proposta A? stata bocciata dal Sindaco che ha citato il sito a�?Decoro Urbanoa�? come se fosse la stessa cosa.

Questa��ultimo A? certamente utile a denunciare situazioni di degrado giA� verificatesi, ma il senso della nostra proposta era chiaramente preventivo.

Peraltro, la��inefficienza della��Amministrazione su questo fronte – su cui in passato SiAmo Vercelli, giA� nel periodo in cui era presente in Giunta, aveva richiamato il Sindaco a una maggior focalizzazione A�- emerge anche dai dati su Vercelli presenti sul sito decorourbano.org: ad oggi, su 397 episodi rilevati, ne risultano risolti 175: neanche la metA� !
ApprezzabileA�era stata l’iniziativa dell’allora Assessore Pistono di attivare questo strumento di segnalazioni (in cui sono i cittadini ad attivarsi per evidenziare situazioni che richiedono unA�intervento), ma l’impegno dell’Amministrazione deve concentrarsi sulla loro risoluzione.A�Qui il lavoro l’hanno fatto per lo piA? i cittadini !
DecineA�diA�segnalazioni non ancora risolte risalgono addirittura a settembre del 2014, quasi un anno fa !

Rassicuriamo i cittadini vercellesi che, anche su questo tema, continueremo a vigilare la��(in)operato della��Amministrazione Forte, che ha dimostrato, con il solito pressapochismo, di sottovalutare il problema cassando questa proposta, cosA� come le altre presentate da SiAmo Vercelli nei mesi precedenti: ad esempio la mozione sulle deiezioni canine abbandonate in strada o quella contro il degrado di Volto dei Centori, approvata alla��unanimitA� ad ottobre 2014, ed estesa, grazie alla��apporto di Vercelli Amica, a tutto il Centro Storico, ma a cui non A? stato dato ancora seguito.

Condividi questo contenuto
  • 37
  •  
  •  
  •  

SiAmo Vercelli presenta una mozione per combattere la��abbandono in strada dei rifiuti

Vercelli, 20A�luglio 2015

In diversi punti della nostra cittA� vengono abbandonati, in modo indiscriminato e incivile, rifiuti lungo la pubblica via, che risultano essere causa della proliferazione di colonie di topi e che, come documentato da numerosi cittadini, a volte, sono addirittura dati alla fiamme.

Queste condotte, oltre a essere dannose per la��ambiente, pregiudicano il decoro urbano e possono essere pericolose per la salute e per la sicurezza dei cittadini.

Riteniamo che la��Amministrazione Forte non stia facendo abbastanzaA�per tutelare ambiente e cittadini e per combattere questi fenomeni non degni di un paese civile, come A? palese a tutti, visto che la cittA� appare sempre piA? sporca. Per questo motivo i consiglieri comunali di SiAmo Vercelli hanno presentato, come annunciato nei giorni scorsi, una mozione per combattere questo fenomeno.

La mozione chiede, in sintesi, un aumento della sorveglianza, anche con la��acquisto di telecamere mobili, un inasprimento delle sanzioni per chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti e la��estensione della��orario di apertura del Centro Multi Raccolta.

Nel dettaglio, A? articolata nei seguenti punti:

  • prevedere la��acquisto di una o piA? telecamere mobili da installare, periodicamente, nei vari punti della cittA�;
  • aumentare la vigilanza, utilizzando anche personale in borghese, nei pressi delle zone piA? colpite da tali fenomeni;
  • applicare, a chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti, la misura massima della sanzione prevista dal regolamento citato (500 euro), prevedendo un meccanismo di inasprimento sanzionatorio, proporzionale alla recidivitA� e alla��entitA� delle violazioni;
  • prevedere che il Comune si costituisca parte civile laddove si configurino i delitti contro la��ambiente di cui agli artt. 452 bis e 452 ter c.p.;
  • attivare un apposito indirizzo mail a cui segnalare le condotte di cui alle premesse, fornendo elementi che permettano alle forze della��ordine e/o ai vigili urbani di intervenire in modo efficace e circostanziato;
  • estendere la��orario di apertura del Centro Multi Raccolta (CMR) per almeno 12 ore al giorno, dando la possibilitA� di accedervi anche ai numerosi cittadini che lavorano fuori cittA�;
  • pianificare, tenendo conto delle esigenze di bilancio, la��apertura in diverse aree della cittA�, di piA? Centri Multi Raccolta videosorvegliati, che consentano la��eliminazione dei cassonetti dalle strade, cosA� da incrementare la��efficienza del servizio di raccolta e prevenire la commissione di tali atti, dannosi e riprovevoli.

Condividi questo contenuto
  • 30
  •  
  •  
  •