Vercelli Jazz Day UNESCO 2015

SVCJazzDay

IL 30 APRILE SECONDA GIORNATA DI APPUNTAMENTI ORGANIZZATI DA SIAMO VERCELLI 

Dopo il benaugurale successo di giovedì scorso torna il Jazz Day Unesco per Vercelli: il 30 aprile, sempre di giovedì, nel giorno esatto fissato dall’UNESCO per celebrare la vera musica afroamericana, l’Associazione SiAmo Vercelli ospita diverse iniziative e molti ospiti riuniti per il tributo al grande trombettista Miles Davis: la scelta di questo jazzman, ormai un classico e un maestro nella storia del Novecento, riguarda diversi motivi; anche per lui – al pari di George Gershwin e di Billie Holiday, omaggiati in precedenza – il 2015 resta un importante plurimo anniversario: quarant’anni fa con i due doppi vinili Agharta e Pangea Miles Davis conclude ufficialmente il periodo free-frunk per chiudersi in un lungo silenzio interrotto nel 1980 dalla svolta pop-jazz.

Ma il Cinque, come anno, a Miles Davis porta molta fortuna: nel 1945 c’è l’esordio discografico assoluto, nel 1955 l’album Blue Moods il più singolare di una carriera ricchissima di realizzazioni fonografiche a proprio nome, nel 1965 il 33 giri E.S.P. forse il migliore del periodo con il Golden Quintet.

Dunque per celebrare Miles Davis, il Jazz Day vercellese nella sede di SiAmo Vercelli in via Crispi 2 dalle ore 20,30 presenta una serie di brevi simpatici eventi che sottolineano l’arte e il genio del trombettista statunitense, inventore del cool, del modale, della fusion: si parte dai videoclip del regista Riccardo Maneglia, proseguendo con i libri Il principe delle tenebre di Gian Nissola, Il sound del futuro di Guido Michelone e Miles Davis Rewind dell’Associazione Amici del Jazz di Valenza, si prosegue con un talk show condotto da Elisabetta Perfumo a cui partecipano gli stessi autori dei volumi, assieme a Peo Ranghino (tastierista dello storico gruppo pro-jazz Ars Nova) e ai jazzisti Fulvio Piacenza (tromba), Alessandro Rota (chitarra), Mauro Ghiani (percussioni) che terranno una lezione-spettacolo.

Alla fine il mercatino del libero scambio fra libri e dischi jazz, nonché l’angolo della poesia jazz a cura di Francesca Tini Brunozzi.

Introduce, come sempre, Elisabetta Perfumo, organizzatrice del Jazz Day.

31

42

Condividi questo contenuto
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *